Crociati

Coly, la nuova roccia crociata: “Sono venuto al Parma per non fermarmi”

Collecchio, 16 Luglio 2016 – Al Centro Sportivo di Collecchio, oggi, prima della seduta pomeridiana di allenamento, Mohamed Coly, nuovo difensore del Parma Calcio 1913, si è presentato:

Qui c’è un progetto importante. Sono stato soddisfatto di concludere la trattativa: qui c’è una realtà ambiziosa, e per questo ho accettato. A Vercelli ho avuto il rinnovo automatico del contratto dopo la salvezza dell’anno scorso, ma poi è arrivata l’offerta del Parma e ho deciso di venire qui. Nelle giovanili ho fatto qualche torneo con il vecchio Parma agli inizi degli anni Duemila. Il cerchio ora si è concluso così. Ho anche giocato a Noceto con i Crociati Noceto in Serie D. Era stata un’annata un po’ tribolata, che però si è conclusa bene. Sono un difensore che sa impostare il gioco, posso giocare sia nella difesa a tre che nella difesa a quattro, ho fatto anche il terzino. Tendenzialmente preferisco la marcatura a zona. Qui stiamo lavorando anche su quella a uomo. Mister Apolloni da ex grande difensore ha segreti che può trasmettere a noi difensori. Da lui possiamo imparare qualcosa di nuovo. Sto apprezzando i suoi consigli. Scendere di categoria non è stato difficile proprio per il blasone della squadra. Anzi, è stata una spinta venire in una realtà così importante. Posso mettermi in mostra in una realtà competitiva. Spero si possa creare un bel gruppo coeso, perché le difficoltà nell’anno ci saranno sempre. Siamo tutti motivati. Già questo è un buon punto di partenza. Oltre che con Scavone a Vercelli, ho già giocato con Guazzo, Garufo e Giorgino. Ho fatto la gavetta. Sono uscito un po’ tardi, perché fino a diciotto anni ho giocato in Terza Categoria. Con il duro lavoro e la volontà si possono raggiungere obiettivi importanti. Io punto sempre a migliorarmi. Il sogno di qualsiasi giocatore è di arrivare in Serie A. Ora che sono arrivato qui non mi voglio fermare”.