Crociati

D’Aversa a ‘Natale in Vetrina Crociata’: “In 25 anni di carriera mai visto un senso di appartenenza e passionalità come nei tifosi del Parma. Dietro c’è il lavoro importante di società e istituzioni”

Parma, 17 Gennaio 2017 – L’allenatore del Parma Calcio 1913 Roberto D’Aversa ha partecipato stamani in Camera di Commercio alla Cerimonia di Premiazione della 14^ edizione del concorso “Natale in Vetrina Crociata” dell’Associazione “I Nostri Borghi”.

Ecco la trascrizione dei suoi interventi:

Mi sono sempre domandato come mai una città come Parma avesse una tifoseria così passionale e con così tanto senso di appartenenza: stamattina mi rendo conto che dietro c’è un lavoro importante, perché lì dove c’è una società che lavora per questo, e lì dove ci sono le istituzioni che lavorano per questo, vuol dire che è possibile, soprattutto per questo lavoro straordinario e per questo pensiero comune che c’è in questa città. In 25 anni di carriera devo dire che difficilmente ho visto questo senso di appartenenza e questa passionalità. Questa è una cosa che va sfruttata a nostro favore e deve far sì che possiamo fare qualche risultato in più. Questo è solo merito vostro, dei tifosi più grandi, ma soprattutto di voi che crescerete e porterete questi valori che sono fondamentali per la vita quotidiana, di tutti i giorni, soprattutto per la vita sportiva. Io ho tre bambini e per me è un grande onore essere qui questa mattina e condividerla con voi: mi auguro che questa passione vi rimanga per sempre, perché nella vita, qualsiasi cosa si voglia fare, va sempre fatta con passione, a prescindere dal mondo del calcio. Grazie a voi per averci regalato questa bella mattina e questa bella manifestazione.

Devo dire che da quando sono arrivato, sotto l’aspetto dell’impegno, non posso rimproverare ai giocatori assolutamente nulla, a prescindere dai risultati, perché credo che i risultati siano una conseguenza del lavoro quotidiano e del lavoro settimanale e come ripeto su questo non posso rimproverare nulla. Il mio pensiero è sempre lo stesso: affrontare ogni partita con il massimo impegno. La partita che arriva è sempre la più importante, perché dà valore sia a quello che si è fatto in precedenza, cioè la continuità dei risultati, sia per affrontare il seguito del campionato in maniera diversa, con più autostima,  con maggiore convinzione nei propri mezzi. E’ chiaro che questo deve essere il nostro pensiero quotidiano: pensare solo alla partita successiva e affrontarla nel migliore dei modi. Ma come ho già detto quello che mi preoccupa maggiormente è che ci si possa appagare, ma vedendo come i ragazzi interpretano gli allenamenti sono sicuro che questo non accada. Dobbiamo solo pensare di continuare a fare quello che abbiamo fatto fino adesso. Lì dove ci alleniamo e affrontiamo il lavoro settimanale con la determinazione con cui abbiamo affrontato questo mese e mezzo, sono convinto che possiamo cavarci delle soddisfazioni. Lì dove iniziamo a pensare, magari, di essere diventati bravi, mettendo in secondo piano il lavoro quotidiano che ti porta a fare bene la partita, allora possiamo avere delle difficoltà”.

DAL CANALE UFFICIALE YOU TUBE DEL PARMA CALCIO 1913 I VIDEO DELLA CERIMONIA DI PREMIAZIONE DELLA 14^ EDIZIONE DI NATALE IN VETRINA CROCIATA DELL’ASSOCIAZIONE I NOSTRI BORGHI

1 – INNO FORZA PARMA, ESEGUITO DAL CORO VOCI BIANCHE DEL SAN BENEDETTO, M° FRANCESCA CARRA

2 – INTERVENTI DEL MISTER ROBERTO D’AVERSA E DEI CALCIATORI FRANCESCO CORAPI E DAVIDE GIORGINO

3 – INTERVENTO DELL’A.D. LUCA CARRA

4 – INNO FORZA PARMA, ESEGUITO DAL CORO VOCI BIANCHE DEL SAN BENEDETTO, M° FRANCESCA CARRA (SECONDA ESECUZIONE)

5 – POESIA IN VERNACOLO DI FABIO GIARELLI, DICITORE: ENRICO MALETTI