Crociati

D’AVERSA ALLA VIGILIA DI BARI-PARMA: “MI ASPETTO RISPOSTE POSITIVE DALLA SQUADRA”

Collecchio, 5 agosto 2017 – Alla vigilia della prima uscita ufficiale della stagione 2017/18 (Bari-Parma di Tim Cup, in programma domani sera alle 21:15), il tecnico crociato Roberto D’Aversa ha parlato in conferenza dalla sala stampa del Centro Sportivo di Collecchio, poco prima della partenza per Bari.

Ecco le sue parole:

“Iniziamo subito la stagione con una partita importante, contro un avversario di grande spessore che è stato costruito per vincere il campionato. Siamo consapevoli di essere partiti con la preparazione un po’ dopo rispetto al Bari e, di conseguenza, sappiamo che sotto l’aspetto della brillantezza ci mancherà qualcosa. Questo fattore, però, non deve essere assolutamente una scusante o un alibi. Andiamo a Bari per fare una gara importante, contro un avversario di valore, facendo il massimo per ottenere il meglio possibile. Il caldo di questi giorni, che troveremo anche a Bari, ci sarà per tutte e due le squadre. E’ chiaro che sotto l’aspetto della brillantezza non sarà una partita bellissima. Mi aspetto comunque risposte positive da parte dei miei ragazzi.

Bisogna essere già pronti ad andare in campo da squadra, affrontando difficoltà e avversità. Abbiamo visto anche nella scorsa stagione come sia importante che la squadra vada in campo pronta a soffrire, e capace di superare gli ostacoli e le difficoltà che durante la partita si possono sempre presentare. Sono fondamentali aspetto tattico, fluidità della manovra e comprensione di certi meccanismi, com’è importante dare minutaggio ai ragazzi. Per chi è arrivato dopo, in corso di ritiro, l’inserimento in formazione è stato ed è graduale in base al percorso di ogni singolo giocatore. Per esempio, Gagliolo, uno degli ultimi innesti, ha comunque svolto tutta la preparazione con il Carpi, mentre Dezi e Insigne si stavano allenando da soli a casa. E’ chiaro le scelte delle prime amichevoli sono ricadute sui ragazzi che erano già qui un anno fa, perchè hanno svolto la preparazione con noi dall’inizio e magari hanno più benzina nelle gambe e maggiore autonomia.

La Coppa Italia ha fatto la storia del Parma Calcio, che l’ha vinta tre volte. E’ una manifestazione, anche solo per questo motivo, da rispettare e onorare. E’ chiaro che è impossibile pensare che l’obiettivo del Parma sia quello di vincerla, ma noi vogliamo impegnarci al massimo in ogni partita, come in campionato. Poi, dove terminerà il nostro percorso non lo so: mi auguro il più tardi possibile. Per la gara di domani ho a disposizione tutto l’organico, a parte Saporetti. Non aver avuto infortuni, durante la preparazione e il ritiro, è sicuramente un aspetto positivo di quest’anno”.