Crociati

GENOA-PARMA, IL FOCUS SUI NOSTRI AVVERSARI

Parma , 2 ottobre 2018 – Sarà Genoa-Parma il lunch match della ottava giornata del campionato di Serie A Tim 2018/19. Conosciamo più da vicino i prossimi avversari dei Crociati con il nostro Focus.

LE ORIGINI DEL GENOA
Nato nel 1893 come Genoa Cricket and Athletic Club da alcuni inglesi che lavoravano in città, si tratta inizialmente di un circolo nel quale vengono praticate diverse attività sportive, ma non il football che viene introdotto tre anni più tardi, assieme al conseguente cambio di denominazione: nasce il Genoa Cricket and Football Club. La squadra si iscrive al primo campionato italiano di calcio, che si disputa in un solo giorno e che vince, l’8 maggio 1898. Saranno in tutto 9 gli scudetti vinti, l’ultimo dei quali nel 1923/24, oltre alla Coppa Italia del 1936/37.

Negli anni più recenti, il Genoa ha raccolto come miglior risultato in Serie A un quarto posto nel 1990/91, al quale seguirono poi due partecipazioni successive alla Coppa Uefa: celebre resta la seconda di queste, con il Genoa che ai quarti di finale eliminò il Liverpool, diventando la prima squadra italiana a vincere a Anfield.

IL GENOA 2018/19
La squadra è allenata da Davide Ballardini, subentrato sulla panchina rossoblu la scorsa stagione a Ivan Juric. In questo inizio di stagione, il Genoa ha iniziato battendo l’Empoli 2-1, per poi perdere 5-3 con il Sassuolo, riguadagnare i tre punti con il Bologna (1-0), essere sconfitta 4-1 sul campo della Lazio; nelle ultime due gare, il Genoa ha conquistato 6 punti contro Chievo e Frosinone. Sono dunque 12 i punti in classifica del Grifone, considerando che deve ancora recuperare la sfida contro il Milan il prossimo 31 ottobre.

Nell’ultima sfida, il Genoa è sceso in campo con: Radu; Biraschi, Spolli, Criscito; Romulo, Hiljemark, Sandro, Lazovic; Pandev; Kouamé, Piatek. L’attaccante polacco è l’attuale capocannoniere della Serie A, con 8 reti all’attivo.

Nel mercato estivo, il Genoa oltre all’attaccante preso dal Cracovia, ha acquistato tra gli altri Mazzitelli (Sassuolo), Kouamé (Cittadella), Sandro (Benevento), Favilli (in prestito dalla Juve) e Criscito (Zenit).