Crociati

IL DS DANIELE FAGGIANO DOPO PARMA-ROMA: “LA SQUADRA HA LAVORATO TANTO E BENE, ORA TESTA AL GIRONE DI RITORNO”

Parma, 29 dicembre 2018 – Il direttore sportivo del Parma Calcio, Daniele Faggiano, ha commentato così la partita di oggi contro la Roma: “L’amarezza ci sarebbe stata se non avessimo giocatoafferma – com’è successo quest’anno con il Napoli per esempio. La squadra oggi ha giocato, ha fatto una buona gara. La vorrei rigiocare vedendo se fosse entrata quella palla di Siligardi… Voti? Preferisco non darne ed aspettare la fine dell’anno”.

Poi uno sguardo al mercato: Dobbiamo essere tutti positivi, senza aspettarci grosse cose. Abbiamo questi ragazzi che hanno lottato, abbiamo avuto qualche infortunio di troppo – vedi quello di Grassi – che ci hanno un po’ penalizzato. Ed è rientrato Dezi. Dobbiamo stare vigili e vedremo il da farsi, ma lavoriamo da sempre senza di certo aspettare il mercato. Hernanes? E’ un calciatore fortissimo ma cerchiamo di prendere qualcuno funzionale al nostro modo di giocare. Hernanes è un calciatore forte, che può fare il trequartista e può adattarsi. Ce lo hanno proposto ma non è il nome e profilo che stiamo valutando. Vice-Inglese? Abbiamo giocato per 65 minuti da squadra, penso che anche con Gervinho e Siligardi si è fatto bene lì davanti. Vediamo, cercheremo di sistemare qualcosa per non fare danni. Se mi avessero detto che avessimo avuto questi punti a gennaio avrei firmato con il sangue. Dobbiamo essere positivi e guardare quello che ci può servire: non è questione di reparto, i profili cercati sono quelli di ragazzi che ci possono aiutare a crescere anche negli anni. Rog e Ounas? Dobbiamo vedere, fare tutti i prestiti ci deve anche convenire”.

Fine anno, tempo di bilanci: “Ci sono istantanee ogni giorno di questo anno, perché con Pizzarotti, Ferrari, Malmesi, Barilla, Gandolfi, Dallara, Delrio e tutta quanta la proprietà c’è sempre un confronto. Ci godiamo questi momenti e questi 25 punti che sono importanti ma quello che conta è la prossima partita. Tutto deve servire da monito per costruire il girone di ritorno. Non mi fa piacere perdere, non fa piacere a nessuno ma i ragazzi hanno lavorato tanto ed abbiamo lavorato tutti per farli rendere al massimo”.