Crociati

INTER-PARMA, LO STORICO DOPPIO EX: ADRIANO

Parma, 13 settembre 2018 Adriano Leite Ribeiro, detto “L’Imperatore”: è lui lo Storico Doppio Ex di Inter-Parma, match valido per la quarta giornata del campionato di Serie A Tim 2018/19 che si giocherà questo sabato alle 15.

Il 14 agosto 2001 a Madrid è una calda serata: il clima ideale per un’amichevole estiva di quelle “di lusso”. Al Bernabeu il Real Madrid ospita l’Inter. Le due squadre stanno pareggiando 1-1: a Vieri ha risposto Hierro. A cinque minuti dalla fine, entra in campo un nuovo acquisto di 19 anni, brasiliano, alto, fisico asciutto. I nerazzurri conquistano una punizione vicina al limite dell’area. Sul pallone va il ragazzo appena entrato. Il tiro che parte è potentissimo. Iker Casillas si tuffa, ma per lui e per tutti vedere la palla che si infila sotto la traversa è praticamente impossibile, serviranno il replay e la successiva misurazione che attesta che la velocità del tiro è di 178 km/h. Ed è così, che in una calda serata spagnola conosciamo Adriano.

Il ragazzo cresciuto nel Flamengo fa vedere da subito grandi qualità, ma conquistarsi un posto nell’Inter non è facile: ci sono già quattro posti per Ronaldo, Vieri, Ventola e Kallon. Adriano esordisce in Serie A proprio al Tardini, nel 2-2 tra Parma e Inter, mentre il primo gol arriva poco dopo a San Siro contro il Venezia: in pieno recupero la sua rete regala ai nerazzurri la vittoria. Nel mercato di gennaio va in prestito alla Fiorentina, con la quale segna 6 reti in 15 gare.

L’anno successivo finisce invece in prestito ai Crociati. La prima stagione, quella 2002/03, è quella che vede Adriano imporsi come bomber prolifico. In campionato segna 15 reti in 28 gare, più 2 gol in Coppa Uefa in altrettante partite. Alcune di queste reti sono ancora nella memoria dei tifosi crociati, come quella di tacco segnata nell’1-0 contro il Milan al Tardini.

Il Parma si qualifica alla Coppa Uefa giungendo al quinto posto finale in campionato e Adriano nella stagione successiva è ancora in maglia crociata. Segna 8 gol in 9 gare di campionato, più una rete in Coppa Uefa in due presenze. A gennaio rientra però in prestito all’Inter, dove segna nella seconda metà del campionato 2003/04 9 gol. In nerazzurro si afferma come “Imperatore”, segnando in tutti 77 reti in 174 gare e vincendo due scudetti, due coppe Italia e due supercoppe italiane.

Alcuni problemi personali di Adriano ne fanno calare il rendimento in campo. Va in prestito al San Paolo, in Brasile, poi rientra all’Inter, quindi firma per il Flamengo, dove torna a segnare gol importanti e vince il campionato. Nel 2010 c’è una nuova parentesi italiana per lui con la Roma, quindi è di nuovo in Brasile: Corinthians, Flamengo, Atletico Paranaense. Per Adriano in totale sono con le maglie dei club 135 gol in 299 presenze.