Crociati

JASMIN KURTIC DOPO JUVENTUS-PARMA: “MERITAVAMO QUALCOSA IN PIÙ, DA DOMANI TESTA ALL’UDINESE”

Torino, 19 gennaio 2020 – “Non penso ci sia rammarico, io sono soddisfatto per quello che si è fatto e di come si è preparata la partita perché in entrambe le fasi abbiamo fatto abbastanza bene. Possiamo essere solo contenti, prendiamo le cose positive e le portiamo subito sulla prossima partita che è molto importante per noi“. E’ questo il commento di Jasmin Kurtic, centrocampista del Parma, dopo la sconfitta di oggi contro la Juventus: “In settimana – prosegue – si lavora sempre sui minimi dettagli, soprattutto contro squadre come la Juventus con cui devi essere sempre attento. Il mister l’ha preparata davvero benissimo. Siamo stati compatti e concentrati, non abbiamo sbagliato né approccio né atteggiamento e alla fine meritavamo qualcosa in più perché abbiamo creato molte occasioni importanti contro una squadra importante come la Juventus“.

In questa posizione mi trovo molto bene, bisogna sacrificarsi molto per i compagni e per la squadra: solo così ti puoi inserire velocemente e dare il tuo contributo alla squadra. Il mio ruolo è la mezzala ma accetto qualsiasi decisione del mister e do sempre il mio massimo per aiutare i miei compagni e la squadra per arrivare all’obiettivo che serve al Parma. Nello spogliatoio c’era un po’ di rammarico, di rabbia ma c’era la rabbia positiva. Siamo stati dispiaciuti ma non c’erano le teste abbassate, c’erano le teste su. Abbiamo tenuto bene in questa partita sfruttando ciò che c’era da sfruttare: dobbiamo prendere quanto di positivo fatto ma anche quello che abbiamo sbagliato e pensare alla prossima partita“.

Domenica al Tardini arriva l’Udinese: “Quella di oggi è una sconfitta che ci vede uscire a testa alta ma contro l’Udinese bisogna dare qualcosa in più. Sappiamo che l’Udinese è una squadra molto forte, che ti aspetta e riparte. Servirà grande concentrazione e dovremo essere bravi a gestire la palla sfruttando le occasioni che oggi non abbiamo sfruttato”.

Abbiamo ribattuto colpo su colpo fisicamente e questo va dato merito al mister, al suo staff e al Prof perché in settimana si lavora molto bene, d’intensità e questa intensità l’abbiamo messa oggi in campo. Soprattutto nel finale di partita, dove abbiamo creato tanto: significa che stiamo bene. Il gol immediato della Juventus? Sono cose che succedono… Possiamo dire che potevamo tenerla, che potevamo portarla più avanti, ma giocavamo contro una grande squadra che crea subito una reazione. Non siamo stati bravi a difenderla ma la partita è finita, alziamo la testa e pensiamo alla prossima“.

Bisogna sempre lavorare, anche se hai un punto di vantaggio sulla terzultima. Bisogna lavorare a testa alta e con la testa giusta, non sbagliare atteggiamenti e dare sempre il massimo perché non siamo ancora arrivati alla salvezza che è il nostro obiettivo. Appena la raggiungeremo, penseremo ad altri obiettivi”.