Crociati

KASTRIOT DERMAKU DOPO PARMA-ROMA 2-0: “CON IL DURO LAVORO I RISULTATI ARRIVANO, ADESSO CONTINUIAMO COSÌ”

Parma, 10 novembre 2019 – “Ho sempre sognato di giocare una partita così: in casa, contro una grande squadra, il risultato positivo come quello di oggi. Siamo contentissimi e questa è la dimostrazione che lavoriamo duro, i risultati positivi arrivano anche se comunque avevamo fatto delle buone prestazioni“. E’ questo il commento di Kastriot Dermaku, difensore del Parma, dopo il successo interno di oggi contro la Roma: “Loro provavano queste conclusioni da fuori, poi c’è stata la punizione di Kolarov: siamo stati bravi in area a marcare con tutto il reparto, è stata quasi la partita perfetta. Quando si hanno le opportunità è sempre meglio che non averle proprio. Nello spogliatoio ci siamo detti che il gol sarebbe arrivato e poi avremmo dovuto soffrire fino alla fine ed è andata così. La cosa positiva è che abbiamo corso fino alla fine, anche al 94′ abbiamo recuperato un pallone nella loro metà campo e questo significa che siamo stati alti con la linea, una cosa fondamentale contro queste grandi squadre e soprattutto quando stai vincendo“.

Impatto importante di Dermaku con la Serie A: “E’ il duro lavoro di questi anni, è un ruolo dove si gioca molto d’esperienza. Penso di esserci arrivato con la maturità giusta e il gruppo ci dà una grossa mano: sento la fiducia dei miei compagni, del mister e questo rende tutto molto più facile. Sono molto contento“.

Il campionato è lungo, lo sappiamo. In questa categoria non bisogna mai abbassare la guardia altrimenti si rischia di entrare in un tunnel negativo perché le squadre sono forti. Bisogna restare concentrati sempre, dare il massimo in tutte le partite. I risultati che arrivano ce li prendiamo e a fine anno tireremo le somme: il nostro obiettivo è la salvezza, prima facciamo questi punti e prima potremo toglierci altre soddisfazioni. Il gruppo è una cosa fondamentale, nei momenti difficili bisogna farsi trovare pronti. Mancano dei calciatori rappresentativi che non ci sono stati ed era importante dare un segnale tutti quanti. Abbiamo lavorato sempre bene, in maniera positiva. Faccio l’esempio di Karamoh: se dai sempre il massimo in allenamento, quando poi arriva la tua opportunità devi farti trovare pronto altrimenti perdi il posto e diventa difficile recuperarlo. La sosta arriva nel momento giusto, abbiamo fatto tante partite in questo periodo e magari siamo un po’ corti come rosa in questo momento. Adesso rifiatiamo e ripartiamo alla grande“.

Nella difesa a tre non ho mai giocato. Con Bruno Alves ho giocato tutto il ritiro e penso che ci siamo trovati bene. Penso che, quando si gioca di riparto, al di là di giochi, le cose vanno bene. Siamo molto molto contenti“.