Crociati

Mazzocchi, che va al massimo: “C’è da correre e rincorrere, dare il 100% senza pensieri. I risultati arriveranno. Il campionato dipende da noi, non dagli altri”

Collecchio, 2 Novembre 2016 – Tra la prima e la seconda seduta di allenamento, oggi, al Centro Sportivo di Collecchio, ha parlato Pasquale Mazzocchi, che sabato scorso, entrando nel secondo tempo della partita vinta a Fano, ha esordito con la maglia del Parma Calcio in Lega Pro, dopo un infortunio:

Quando si rientra dopo un infortunio di due mesi, la sensazione è sempre bellissima. Seppur all’inizio ci sia sempre un po’ di paura. Come squadra siamo molto fiduciosi. Importante è allenarsi bene, al cento per cento. Come facciamo tutti i giorni. Dare il massimo. I risultati, poi, arrivano. Al di là del ruolo personale, l’importante è dare il massimo anche da parte mia. Il mister deciderà dove schierarmi. Devo fare un lavoro in più in difesa. E’ giusto così. Se si vuole giocare, bisogna fare sacrifici. Il Gubbio è una squadra importante. L’abbiamo vista anche lo scorso anno, nella sfida di Poule Scudetto, anche se ora ci sono nuovi innesti. Ci faremo trovare pronti. Ripeto: l’importante è dare il massimo noi. Alla fine i risultati arrivano. La sconfitta del Gubbio contro il Teramo non ci deve far pensare. Noi dobbiamo pensare solo a noi stessi, perchè questo campionato dipende da noi, non dagli altri. Io mi sono sempre ispirato a Cristiano Ronaldo, è sempre stato il mio idolo e lo sarà sempre. Sono ancora in fase di inizio della mia carriera,. Se il Mister mi dice di fare il portiere, gioco anche in porta. Se in futuro riuscirò a fare cose importanti, sarò contento. Abbiamo analizzato alcuni aspetti generali e di dettaglio: in una partita il pallone lo tocchiamo per circa quattro minuti. Nel calcio italiano si tende più a correre che a giocare con la palla tra i piedi. Toccare sempre la palla farebbe piacere a tutti, ma nel calcio italiano bisogna correre e rincorrere. Da quando sono arrivato ho sempre giocato a destra, anche se potrei giocare a sinistra, rientrare e calciare. Da destra posso fare assist per i compagni, anche perchè la cosa importante è vincere e portare a casa i tre punti della vittoria. Sto cercando di migliorare la fase difensiva, ma ci sono moltissime cose che devo imparare. Giorno dopo giorno le imparerò sicuramente”