Crociati

MISTER D’AVERSA DOPO CITTADELLA-PARMA: “SIAMO STATI BRAVI A NON INNERVOSIRCI DOPO IL PAREGGIO”

Cittadella, 12 novembre 2017 – Dopo il match vinto per 1-2 sul campo del Cittadella, Mister Roberto D’Aversa ha incontrato i giornalisti nella sala stampa del “Tombolato”.

Pareggiare questa gara sarebbe stato un rammarico enorme per quel che si è creato, il risultato più giusto è la vittoria: a inizio secondo tempo abbiamo creato diverse occasioni, poi i ragazzi sono stati bravi a non innervosirsi dopo il loro pareggio su un episodio che non voglio contestare. Anche a Frosinone la reazione è stata importante considerato lo svantaggio doppio: a volte le sconfitte insegnano più delle vittorie”.

Nell’arco dei 95 minuti bisogna restare concentrati e dentro la partita, questa maturità ci può portare a obiettivi importanti. C’è una crescita di tutta la squadra, Calaiò e Insigne sono due giocatori molto tecnici e il loro lavoro è più evidente, ma anche quello fatto da Baraye e Di Gaudio è stato importante, ad esempio. Nel calcio di oggi bisogna fare sia la fase difensiva che quella offensiva, abbiamo fatto entrambe bene creando occasioni”.

“L’espulsione? La sensazione iniziale dal campo è che fosse rosso. Sono tre punti pesanti? Era importante muovere la classifica e fare risultato in un campo non facile, qui hanno una filosofia di gioco ben precisa e senso di appartenenza. Siamo stati bravi a non spazientirci dopo il pareggio. Ora è presto per guardare la classifica, dobbiamo lavorare e cercare sempre il risultato, possiamo fare meglio in fase di possesso palla”.

“Bravi anche Dezi e Sierralta perchè non è mai facile subentrare, soprattutto quando manca poco alla fine, i ragazzi si stanno ben comportando, c’è senso di appartenenza alla squadra. Quarta vittoria in trasferta? Imporre il gioco in casa è una difficoltà che si riscontra anche in altri campionati, ultimamente al Tardini stiamo facendo bene e vogliamo dare continuità, sto vedendo compattezza nell’ambiente, i ragazzi si stanno comportando bene, stiamo seguendo un percorso di crescita che potrà farci togliere soddisfazioni“.