Crociati

Mister D’Aversa presenta Parma-Fano: “Dai nostri tifosi lo stimolo giusto per riprendere il cammino. Più di mille a Mantova, parole bellissime in settimana e domani uno dei loro unici spettacoli”

Collecchio, 18 Marzo 2017 – Mister Roberto D’Aversa, oggi, al Centro Sportivo di Collecchio, ha presentato in conferenza stampa la partita contro il Fano (30^ giornata del Girone B di Lega Pro, 11^ di ritorno),in programma domani, domenica 19 marzo (fischio di inizio: ore 16.45) allo stadio Ennio Tardini:

Domani torno in panchina, perchè mi è stata ridotta la squalifica. Era un provvedimento che, in generale, come ho già sottolineato la scorsa settimana, non credo meritassi per il mio comportamento dopo la gara interna con il Forlì. Ora, però conta poco, malgrado possa essere stato spiacevole. Probabilmente anche io devo migliorare sotto questo aspetto. Il Fano che affrontiamo domani è una squadra che tatticamente gioca con il 4-3-1-2. Opta per lanci lunghi. Sono molti bravi a giocare sulle seconde palle. Cercano di sfruttare questo fattore. In ogni caso, a prescindere da cosa faranno loro, conterà molto il nostro atteggiamento. Come ogni volta. Mohamed Coly figura tra i convocati così come Manuel Scavone. Momo non è ancora pronto al cento per cento, completamente, ma è giusto che assapori il clima del ritiro pre-partita. Una scelta che, qualche settimana fa, abbiamo adottato anche per Desiderio Garufo. In un gruppo è importante sentirsene tutti parte. Svolgo un lavoro che, giustamente, è soggetto a critiche. Le leggo, le ascolto e le recepiisco quando sono costruttive. Mi piacciono le critiche costruttive. In queste settimane l’assenza delle mezzali ci ha portato verso scelte di modulo diverse dai nostri abituali schemi.. Quando si cambia spesso sistema di gioco, si può perdere fluidità nell’azione. Sono consapevole della situazione. I numeri, al di là degli ultimi due pareggi, dicono e raccontano che a questa squadra non si possa rimproverare nulla. Gli avversari che ci incontrano, soprattutto nello scenario del nostro stadio Tardini, contro di noi giocano decisi, al mille per mille, anche se non siamo i primi in classifica, perchè siamo il Parma. Per il Tardini con quasi diecimila tifosi e per la storia di questo club. C’è poco da fare. Ne siamo consapevoli. Noi siamo il Parma e certe partite, come le ultime due, essendo passati in vantaggio, dobbiamo chiuderle. Contro il Forlì, per esempio, avremmo dovuto saldare prima l’incontro, tra l’altro per la prova espressa meritavamo la vittoria. E’ stato il gol patito a Mantova che mi ha fatto più arrabbiare. Eravamo schierati e abbiamo concesso un cross che non dovevamo permettere. Questo è il mio rammarico. Ha prevalso la voglia degli avversari di fare risultato rispetto alla nostra voglia di prenderci i tre punti. Mi piace, però, constatare che, dopo questi due pareggi, la nostra tifoseria ragioni con lo spirito giusto. A Mantova erano più di mille. In settimana hanno comunicato un messaggio di sostegno bellissimo e per domani stanno preparando uno dei loro spettacoli unici. E’ una dimostrazione importante. Ora sta a noi cercare di riprendere il cammino”. 

DAL CANALE UFFICIALE YOU TUBE DEL PARMA CALCIO 1913 IL VIDEO DELLA CONFERENZA STAMPA ODIERNA DI MISTER ROBERTO D’AVERSA ALLA VIGILIA DI PARMA-FANO