Crociati

Nocciolini a Calcio & Calcio: “Non siamo mai stati malati, al limite un po’ di raffreddore: ma siamo stati bravi a tornare ad essere il Parma che eravamo”

Reggio Emilia, 4 Aprile 2017 – L’attaccante del Parma Calcio 1913 Manuel Nocciolini è stato ospite in diretta, lunedì sera 3 Aprile 2017, negli studi di Corte Tegge, del talk show sportivo di 12 Teleducato “Calcio & Calcio”, condotto dal giornalista professionista Michele Angella, con gli opinionisti Enrico Boni, Luca Ampollini, Francesca Devincenzi e Nicoletta Rosati. “Non siamo mai stati malati, al limite un po’ di raffreddore, ma bravi a ritornare al Parma di qualche settimana fa: abbiamo fatto qualche passo falso, ma adesso ci stiamo inquadrando… Cosa era successo prima? Ne abbiamo parlato a lungo nello spogliatoio: forse guardavamo un po’ troppo quello che facevano le altre squadre e poco quello che dovevamo fare noi, cioè portare a casa il risultato e continuare la corsa per il primo posto. Viste le ultime due prestazioni direi che ci stiamo riprendendo… E’ stato bravo il Mister a preparare bene la partita con la Maceratese, con le catene sia di destra che di sinistra e noi in campo abbiamo trattato giovamento da queste sue istruzioni. Mi ha colpito molto per come prepara le partite: noi arriviamo la domenica che sappiamo tutto sugli avversari, giocatori, modulo, eccetera.  Perché il mister ha optato per la squadra migliore, senza fare turn over? Perché gli avversari, come avevamo visto in settimana, avevano dei valori…  Perché in Lega Pro a 27 anni? E’ stata colpa mia, piano piano sono maturato cercando di fare meno errori possibile: due anni e mezzo fa, quando ero rimasto senza squadra, mi sono detto che dovevo cambiare qualcosa nella mia testa: la mia rinascita è partita da lì. Qualche richiesta la scorsa estate l’avevo avuta, però quando mi si è presentata il Parma mi sono detto che volevo provare una piazza come questa, pur sapendo di aver davanti giocatori come Calaiò, o lo stesso Evacuo, Guazzi e Melandri che l’anno scorso erano qua e avevano fatto molto bene; però ho voluto dare una svolta alla mia carriera e provare a Parma che sappiamo tutti la storia che ha e il pubblico che ha e sicuramente non merita di stare in Lega Pro. Dal primo giorno mi sono messo a disposizione del mister, senza disquisire sul ruolo: mi andava bene anche fare il magazziniere (sorride, nda…). Se i miei infortuni derivavano dalle progressioni sulla fascia, anziché gli scatti da attaccante centrale? Se la mia massa muscolare non era abituata a questo tipo di ruolo? No, anche l’anno prima giocavo esterno, comunque capita, durante un’annata, di avere qualche infortunio, e il muscolo non torna sempre al 100%, quindi fa parte del mestiere… Adoro il Parma e il Tardini: qui si sta molto bene… Una volta il mio sogno più grande era avere il cognome dietro la maglietta: in parte l’ho raggiunto, ma piano piano vorrei portarlo sempre più su…” 

DAL CANALE UFFICIALE YOU TUBE DEL PARMA CALCIO 1913 I VIDEO DAL BACKSTAGE CON TUTTI GLI INTERVENTI DI MANUEL NOCCIOLINI A CALCIO & CALCIO 

1

2

3

4

5

6

7

8

9

10

11

12

13

14

15

16

17

18

19

20