Crociati

PARMA-LAZIO, LO STORICO DOPPIO EX: JUAN SEBASTIAN VERON

Parma, 18 ottobre 2018 – Sarà Parma-Lazio il prossimo impegno dei Crociati, valido per la 9° giornata del campionato di Serie A Tim e in programma domenica 21 ottobre alle 15 al Tardini. Tra i tanti storici doppi ex del match, oggi raccontiamo la vita calcistica di Juan Sebastian Veron.

Nato a La Plata (Argentina) il 9 marzo 1975, Veron agli inizi degli anni Novanta firma con l’Estudiantes, ovvero la stessa squadra per la quale aveva giocato il padre Juan Ramon: poichè era soprannominato “Bruja” (Strega), al figlio venne dato il soprannome di Streghetta (“Brujita”). Dopo 3 campionati con la maglia del Pincha, Veron passa al Boca Juniors, dove gioca 17 gare segnando 4 reti.

Sven Goran Eriksson lo scova e decide di portarlo in Italia, alla Sampdoria: il tecnico svedese ha bisogno di una valida alternativa a centrocampo per sostituire il partente Clarence Seedorf. In blucerchiato gioca due stagioni: 61 presenze, 7 reti.

Viene convocato dall’Argentina per il Mondiale di Francia ’98 e al ritorno indossa la casacca del Parma. Con il nostro club gioca solo una stagione, ma fa in tempo a lasciare il segno. Gioca in tutto 42 gare e segna 4 reti: 26 presenze e una rete in campionato, 10 gare in Coppa Uefa (che il Parma vince a fine anno) e 6 gare con 3 reti in Coppa Italia, altro trofeo alzato in quella stagione.

Passa quindi alla Lazio, dove prosegue la propria striscia vincente di trofei. Con i biancocelesti in due stagioni gioca 53 gare e segna 11 gol vincendo scudetto, Coppa Italia, Supercoppa Italiana ed Europea. Tra il 2001 e il 2004 intraprende l’avventura in Premier League con Manchester United e Chelsea, prima di tornare in Serie A con l‘Inter: in nerazzurro vince scudetto, Coppa Italia e Supercoppa Italiana in due stagioni, quindi torna in patria.

In Argentina, Veron torna all’Estudiantes, squadra con la quale vince Apertura e Clausura nel 2006. Si ritira dal calcio nel 2012, per poi rientrare l’anno successivo sempre nella stessa squadra che lo aveva lanciato. Nel 2014 è nominato presidente del club.