Crociati

PARMA-PESCARA, IL DOPPIO STORICO EX: STEFANO IMPALLOMENI

Lo avete visto tante volte in tv, nelle trasmissioni di Sky dedicate allo sport. E se lo avete sentito parlare di calcio bene, è perché al pallone bene ci ha anche giocato. Il doppio storico ex di Parma-Pescara, gara valida per la 9° giornata del campionato di Serie B Conte.it, è il giornalista Stefano Impallomeni.

Nato a Roma il 24 ottobre del 1967, Impallomeni mostra fin da subito di avere ottime doti con il pallone tra i piedi, imponendosi come esterno. Tanto che nel 1984, quando non ha ancora compiuto 17 anni, viene buttato nella mischia da Nils Liedholm con i “grandi” della Roma in una gara di Coppa Italia giocata a Reggio Emilia contro la Reggiana e vinta 0-1. Per Impallomeni in quella stagione si realizza una doppia soddisfazione: vince il campionato con la Primavera giallorossa, mentre dall’altra parte può conoscere da vicino e allenarsi con alcuni tra i giocatori più forti della storia romanista: Conti, Falcao, Pruzzo, Di Bartolomei. Una Roma che, è bene ricordarlo, aveva vinto lo scudetto e alla fine di quella stagione arriverà fino alla finale di Coppa Campioni.

Impallomeni continuerà a compiere apparizioni in prima squadra, dove l’allenatore all’epoca è Sven-Goran Eriksson. Vince la Coppa Italia, ma come molti giovani finisce poi in prestito. E dopo l’esordio a Reggio, torna nel suo destino calcistico l’Emilia Romagna, ma stavolta dall’altra parte dell’Enza. Nell’estate del 1987 arriva al Parma, dove gioca tutte le cinque partite del girone eliminatorio di Coppa Italia segnando il gol della vittoria 1-0 sul Barletta e il gol del vantaggio del successo 1-2 in trasferta a Como, scendendo pure in campo nell’ultima gara del girone vinta ai rigori a san Siro contro il Milan di Sacchi. Nel campionato 1987/1988 gioca i primi tre incontri con Cremonese, Brescia e Genoa. Poi in autunno finisce in prestito al Cesena, in Serie A, mentre in Nazionale si conquista un posto per il Mondiale Under 20, nel quale segna una rete contro il Canada.

Torna al Parma l’anno successivo. Il 3 agosto 1988 c’è al Tardini il Milan in amichevole. Impallomeni gioca, ma verso la fine della partita dopo un intervento di Billy Costacurta si frattura tibia e perone. Un infortunio pesante, che lo costringe a stare lontano dal campo per diversi mesi. Rientra a febbraio e accumula una decina di presenze con una doppietta al Piacenza nell’ultima giornata di campionato. Impallomeni rientra alla Roma, gioca qualche gara ma finisce poi lontano dai colori giallorossi. Gioca al Pescara dal 1990 al 1992, contando una trentina di presenze.

Qualche tempo dopo il suo ritiro avvenuto nel 1994, Impallomeni ha cominciato ad essere invitato ad alcune trasmissioni sportive in tv e in radio, prima di appassionarsi al giornalismo. Dopo anni a Sky anche come inviato ai Mondiali, oggi Impallomeni è tornato a “casa”, a Roma Tv.