RADUNO UNDER 16, MISTER GHISOLFI: “ABBIAMO MESSO IL PRIMO MATTONCINO NELLE NOSTRE FONDAMENTA: PERCHE’ SENZA BASI CROLLEREBBE TUTTO QUELLO CHE VOGLIAMO COSTRUIRE” (VIDEO)

Collecchio, 7 Agosto 2018 – Ieri, Lunedì 6 Agosto 2018, è stato il giorno del Raduno della Formazione Allievi Under 16 “Serie A e B” (classe 2003) del Parma Calcio 2018-19, con la prima seduta di allenamento pomeridiana diretta da Mister Sebastian Ghisolfi che, al termine, è stato intervistato dal Responsabile Ufficio Stampa e Comunicazione del Settore Giovanile e Squadra femminile del Parma Calcio 1913 Gabriele Majo.

Ecco le sue risposte:

sebastian ghisolfi raduno under 16 parma“E’ stato un primo impatto positivo, ci sono delle belle strutture e i ragazzi mi hanno fatto una buona impressione: ho visto già una bella applicazione. Chiaramente oggi è stato solo il primo giorno, si è trattato di un allenamento introduttivo, conoscitivo di questi ragazzi che ho visto per la prima volta. Dal prossimo allenamento inizieremo a buttare dentro qualche principio: ai ragazzi ho detto che oggi abbiamo iniziato a mettere il primo mattoncino nelle nostre fondamenta per creare, piano piano, la nostra struttura di gioco. Le impressioni sono positive perché ho visto tanta voglia e tanta applicazione: speriamo di andare avanti così, ma prima di tutto devo conoscerli tutti questi ragazzi. c’è una bella sinergia tra me e lo staff: abbiamo iniziato a programmare la stagione già in anticipo: ho visto grande disponibilità da parte di tutti, grande voglia di lavorare e disponibilità anche da parte dei ragazzi che ancora non conosco a livello tecnico, ma che a livello umano mi stanno dando, dall’inizio, disponibilità. Speriamo che continuino così… Io specialista dell’Under 16? Non esageriamo: io non mi sento uno specialista, però è una categoria che mi piace molto perché è in mezzo: hanno ancora la possibilità di fare qualche sbaglio, perché davanti c’è l’Under 17, però hanno già fatto una esperienza di un anno in un Campionato molto difficile e molto importante, per cui sanno cosa vuol dire andare ad affrontare questo Campionato. Io ho fatto una proficua esperienza all’estero, e devo dire che soprattutto in Inghilterra ci sono tante differenze col calcio italiano, sia dal punto di vista culturale, sia di campo: là c’è una intensità più alta, portata anche da una grande fisicità, però c’è più indisciplina tattica rispetto a noi in Italia. Ogni cultura è diversa, sicuramente, però, mi piacerebbe trasmettere l’idea di lavorare e giocare ad alta intensità e velocità, considerando, come là, che le partite non sono mai finite, perché là non le considerano mai chiuse, sia che stai vincendo o perdendo per 2-0 o 3-0, e devi lottare sempre fino alla fine. A me piacerebbe portare qua questa idea perché nel Campionato difficile che andremo ad affrontare ci saranno delle partite in cui finiremo sotto, ma noi dovremo avere la forza di lottare fino alla fine, perché se no perderemmo del tempo. Questa filosofia mi piacerebbe proprio portarla… Se i ragazzi potranno essere pronti al Campionato che ci aspetta ancora non posso saperlo perché abbiamo fatto solo un allenamento insieme: io sono dell’idea che i giocatori non si smetta mai di conoscerli, anche dopo mesi. E’ normale che possano avere avuto delle difficoltà al loro primo anno, sicuramente quando partiremo ne avranno altre, però bisogna avere la pazienza di lavorare giorno dopo giorno, non abbattersi, magari, dopo una sconfitta, e continuare a credere in noi stessi. Io, ancora, non posso giudicare i ragazzi: vorrei prima provare a fare qualche amichevole, anche di un certo livello, e poi iniziare dopo a giudicare: in questo momento siamo nella fase conoscitiva. Oggi c’è stata l’introduzione: siamo partiti dalla tecnica di base, perché se non abbiamo le basi quello che vogliamo costruire sopra crolla: ai ragazzi l’ho ripetuto, mattone dopo mattone. L’idea è quella di provare a giocarcela dal basso e non sarà per nulla facile, però dobbiamo avere l’idea di provarci, soprattutto dovremo andare in campo senza paura, pur avendo grande rispetto per tutti, La preparazione avverrà in maniera graduale, giorno dopo giorno andremo ad introdurre i principi di gioco, sia a livello individuale che a livello collettivo: giorno dopo giorno cercheremo di costruire questa struttura, ma, ripeto, in maniera graduale…”

DAL CANALE UFFICIALE YOU TUBE DEL PARMA CALCIO 1913 IL VIDEO DELLA INTERVISTA A MISTER SEBASTIAN GHISOLFI, ALLENATORE ALLIEVI PARMA UNDER 16, di Gabriele Majo, Resp. Ufficio Stampa e Comunicazione del Settore Giovanile e della Squadra Femminile del Parma Calcio 1913

CLICCA QUI PER VEDERE TUTTI I VOLTI DEI CALCIATORI ATTUALMENTE IN ROSA NEGLI ALLIEVI UNDER 16 DEL PARMA 2018-19

Alessandro Filoramo (Wire Studio) 

FILORAMO WIRE STUDIO