Crociati

SIMONE IACOPONI: “IL PARMA È STATO LA SVOLTA DELLA MIA CARRIERA”

Prato allo Stelvio, 12 luglio 2019 – “Quella scorsa è stata una bellissima annata ed è stata una grande soddisfazione per me aver giocato 38 partite su 38, una bellissima conquista. Sono davvero soddisfatto“. Parole e pensieri di Simone Iacoponi, che direttamente dal ritiro di Prato allo Stelvio traccia un bilancio della scorsa stagione del Parma prima di tuffarsi sul prossimo campionato: “Sicuramente ho dovuto un po’ adattarmi – prosegue – la categoria è diversa così come i ritmi, i tempi di gioco e la qualità dei calciatori. Abbiamo preso però confidenza presto e nel finale è andata anche meglio. Non aver avuto infortuni è stato molto importante, poi il fatto di poter giocare sia a destra che al centro mi ha aiutato perché dove c’era bisogno sono riuscito ad aiutare la squadra. Siamo partiti fortissimo l’anno scorso, facendo un grandissimo girone d’andata. Poi succede di avere un calo, ci poteva stare. Speravamo chiaramente che non arrivasse però comunque l’annata è stata più che positiva“.

Qual è stato il calciatore ad aver messo più in difficoltà Iacoponi?Più che come giocatori singoli, sono andato più in difficoltà con l’Atalanta come squadra. Ha dei calciatori importanti e un movimento che permetteva loro di alternare il Papu Gomez, Ilicic, Zapata“.

Iacoponi è arrivato in crociato il 31 gennaio 2017: “Quella di venire a Parma è stata una scelta azzeccata: scendere di categoria ma venire in una piazza così importante, con un progetto ambizioso è stata la svolta della mia carriera. La scorsa Serie A è stata una scommessa per me, non conoscevo la categoria e volevo mettermi in gioco. Giocare tutte le partite è stata una bella soddisfazione, ad inizio anno non ci pensavo. Ero focalizzato soltanto ad allenarmi ed essere disponibile. La fortuna e un po’ di bravura mi hanno aiutato ad esserci sempre. Cambia poco, forse adesso conoscendo la categoria si è un po’ più sereni perché l’adattamento c’è già stato. Spero di vivere in maniera più tranquilla soprattutto dall’inizio“.