Crociati

STORIA CROCIATA – PARMA-PESCARA: IL SEGNO DI PIZZI, UNA PUNIZIONE DI BARBUTI E UNA ROVESCIATA DI AMAURI

Parma, 13 Ottobre 2017“Quel giocatore che gioca al calcio meglio di Pelè”, Fausto Pizzi “il re del gol”, ha impresso maggiormente il segno Crociato sulla storia di Parma-Pescara in campionato, sfida di nuovo in programma allo stadio Ennio Tardini sabato 14 ottobre per la nona giornata di Serie B ConTe.it 2017/2018.

news-pizziFu sua contro gli abruzzesi, il 5 settembre 1989 sul campo parmigiano di piazzale Risorgimento, la rete della prima vittoria (1-0) della squadra di mister Nevio Scala. Sottoscritta al 56′, con una delle proprie proverbiali e magistrali punizioni dal limite.

Esattamente come fece, con un gesto simile, Massimo Barbuti, il 19 maggio 1985, al 35′ di un incontro di una stagione che ormai stava mestamente scivolando verso la retrocessione in Serie C1.

Pizzi bissò la sigla tre anni dopo nella categoria maggiore (8 novembre 1992), per un altro successo sugli adriatici. Risolvendo in area, sotto porta, gli sviluppi di un calcio piazzato calciato da Stefano Cuoghi con il pallone accarezzato prima dalla testa di Georges Grun e da un tocco di Lorenzo Minotti.

I Crociati vittoriosi contro il Pescara al Tardini brillano pure, nella più recente occasione in Serie A, il pomeriggio di un sabato pasquale, grazie all’abbagliante riflesso della luce di un’epica rovesciata al 65′ di AmauriStop di petto e acrobazia con spalle rivolte alla porta, imbeccato verticalmente da Marco Marchionni.

via GIPHY

Fu il saldo di un 3-0 perentorio, in precedenza composto dai gol di due difensori, Yohane Benalouane (19′) e Gabriel Paletta (52′).

Era il 30 marzo 2013. Era il giorno in cui Alberto Cerri da San Secondo Parmense, virgulto del nostro Settore Giovanile, debuttò in prima squadra quasi diciassettenne, subentrando proprio alla punta italo-brasiliana.