Parma, 17 Marzo 2021 – Allo stadio Ennio Tardini, venerdì 19 marzo (ore 20:45) arriva il Genoa per giocare contro il Parma Calcio l’anticipo della 28^ Giornata di Serie A Tim 2020/2021.

In campionato nella Storia Crociata sono state molteplici le partite disputate con i rossoblù sul nostro campo che hanno avuto esito positivo. 

In vista dell’imminente Parma-Genoa, ricordiamo la vittoria di domenica 2 ottobre 2011.

Fu categorica (3-1). Fu conquistata dopo aver patito tre sconfitte in quattro gare.

Fu incastonata nel sesto turno della massima categoria della stagione 2011/2012, conclusa dalla nostra squadra all’ottavo posto in classifica.

Portò il marchio di uno dei tanti fuoriclasse che hanno indossato la nostra Maglia: Sebastian Giovinco.

Il nostro numero 10 segnò una doppietta e innescò l’azione del terzo gol, siglato da Capitan Stefano Morrone.

Il risultato fu sbloccato al 29′.

L’attaccante Sergio Floccari intercettò con un colpo di tacco al volo un pallone proveniente in verticale dal centrocampo.

La Formica Atomica si inserì in area. Controllò al volo anch’essa la sfera di destro.

La fece rimbalzare a terra, avanzò un paio di metri, evitò l’ex Cesare Bovo e la tirò a botta sicura alle spalle del portiere ospite, l’altro ex Sebastien Frey (1-0).

Bovo provò a rifarsi subito dopo su punizione, colpendo il palo alla destra del nostro portiere Antonio Mirante.

Il raddoppio arrivò al 42′.

Giovinco rubò palla al centrocampista portoghese Miguel Veloso ed entrò in area, dove il nostro odierno Capitano Juarj Kucka lo stese.

L’arbitro Antonio Damato di Barletta concesse l’automatico rigore, netto ed evidente.

Lo trasformò direttamente lo stesso Sebastian spiazzando Frey (2-0).

All’inizio della ripresa una scatenata Formica Atomica ispirò la terza rete.

Scoccava il 50′, quando scattò e scappò in ripartenza sulla sinistra. Mise il pallone alto al centro dell’area per la torre di Jonathan Biabiany.

Capitan Morrone toccò due volte di testa.

Prima colpì la traversa. Poi, sulla respinta, insaccò piegandosi quasi a livello del terreno (3-0). Stefano festeggiò sotto alla Curva Nord.

Il Genoa accorciò inutilmente le distanze allo scadere (90′) su un penalty, attribuito per un fallo di Gabriel Paletta sul connazionale Rodrigo Palacio.

Lo stesso centravanti argentino realizzò dagli undici metri (3-1).

Giovinco e Palacio, con i gol che siglarono in questa partita, salirono momentaneamente in testa alla classifica dei marcatori della Serie A a quota cinque.

Nella slide: la gioia di Giovinco dopo il gol del vantaggio. Nelle foto: Floccari inseguito da Kakha Kaladze; esultanza di gruppo dopo l’1-0; il nostro mister Franco Colomba dà indicazioni alla squadra; Daniele Galloppa in azione a centrocampo; un contrasto aereo tra il Crociato Jaime Valdés ed Emiliano Moretti; Cristian Zaccardo anticipa di testa Palacio; un duello tra Biabiany e Kaladze; la rete di Morrone; i Crociati festeggiano il gol del loro Capitano; la Formica Atomica e Luca Antonelli osservano il pallone; Morrone protagonista in mezzo al campo. Qui sotto: il tifo della Curva Nord.