Parma, 8 Aprile 2021 – L’ambiente Crociato, quella domenica 18 gennaio 1998, si doveva risollevare da una cocente sconfitta con cinque gol subiti, patita nel turno precedente a Genova contro la Sampdoria.

Il Milan di Fabio Capello, che arrivava allo stadio Ennio Tardini per la sedicesima giornata del massimo campionato, poteva rappresentare l’avversario in grado di moltiplicare le motivazioni per un riscatto pronto, immediato e autorevole.

Solo il campo avrebbe, però, determinato la riscossa. Come sempre, perché nel calcio nulla viene mai scritto prima che accada.

Lo striscione che la Curva Nord mostrò all’ingresso delle squadre sul terreno di gioco era schietto ed eloquente.

Recitava: “Parma, rialzati e combatti !!!”.

Così fu. La redenzione ebbe sembianze eccezionali e spettacolari.

Enrico Chiesa e Dino Baggio ne furono gli sfavillanti trascinatori.

L’attaccante ci portò in vantaggio al 33′.

L’azione, che era collaudata, fu splendida per la coralità della manovra, ma soprattutto, per la sua conclusione.

Chiesa colpì al volo di destro in scivolata a due passi dal portiere Massimo Taibi su un cross messo in mezzo dal preciso calibro del terzino destro Zé Maria, che aveva deliziosamente scambiato con Stefano Fiore (1-0).

Enrico, per esultare, baciò il pallone rivolto alla Nord.

Quella sera lo superò il suo compagno con il numero otto sulle spalle.

Avvenne undici minuti dopo, con un gesto tecnico e atletico che é rimasto nei nostri annali e nei nostri cuori.

Fu impresso al 44′. Chiesa stesso gli diede le mosse, con un corner calciato dalla destra.

La difesa rossonera respinse il pallone verso il limite dell’area.

Baggio, girato con le spalle alla porta, se lo trovò nella sua zona. Provò la stoccata in sforbiciata.

Fu potente, orientata sotto alla traversa e imparabile (2-0).

La comprensibile reazione ospite, in avvio di secondo tempo, si concretizzò al 70′ con un’altra bellissima rovesciata vincente.

A realizzarla fu, sotto porta, l’ex Maurizio Ganz( 2-1).

Le velleità della rimonta milanista furono smorzate subito (75′) da un’ennesima perla balistica.

La incastonò ancora Chiesa in questa gara gioiello.

Fu un tiro straordinario di mancino, scoccato da fuori area, con la palla destinata all’incrocio dei pali alla sinistra di Taibi (3-1).

Il Parma di mister Carletto Ancelotti reagì così al pesante schiaffo che sopportò sette giorni prima in trasferta.

Rievocando questo spirito dalla Storia Crociata, ci apprestiamo a vivere un nuovo capitolo di Parma-Milan, in programma sabato 10 aprile (ore 18) nel nostro Tardini per la 30^ Giornata di Serie A Tim 2020/2021.

Nulla é mai definito prima che accada.

Nella slide: una ‘sciarpata’ della Curva Nord durante una fase di gioco;. Nelle foto: lo striscione esposto a inizio partita in Nord; Baggio e Chiesa in azione. Qui sotto: il tifo Crociato.