Parma, 11 Maggio 2021 – Una delle quattro vittorie conquistate in campionato nella Storia Crociata allo stadio Olimpico di Roma contro la Lazio, si manifestò in un afoso primaverile pomeriggio capitolino.

Alla vigilia di un’altra trasferta in casa laziale in questo periodo della stagione (alle ore 20:45 di domani, mercoledì 12 maggio per la 36^ Giornata di Serie A Tim 2020/2021), raccontiamo quel capitolo.

Fu scritto domenica 26 aprile 1998, tutto nel secondo tempo della partita.

La gara fu sbloccata al 57′ da Pavel Nedved con una sua magia.

Il centrocampista offensivo ceco colpì imparabilmente di esterno destro al volo su assist di Roberto Mancini, in un’azione che ebbe l’imprimatur di una torre smarcante del centravanti Pierluigi Casiraghi (1-0).

A venti minuti dal termine il Parma di mister Carlo Ancelotti ribaltò i biancocelesti.

Nestor Sensini segnò Il pareggio al 71′.

L’argentino centrò di testa su uno dei marchi di fabbrica del terzino brasiliano Zè Maria: progressione prorompente (stavolta bevendosi il collega avversario Giuseppe Favalli) sulla fascia destra e cross preciso verso l’area.

Schiacciò il pallone a terra, lasciando allibito il portiere Luca Marchegiani (1-1).

La Lazio, che era allenata dallo svedese Sven Goran Eriksson, con cui vinse lo Scudetto nel 2000, si disorientò.

Gettò la spugna dopo pochi istanti (74′), avvolta dai fischi di contestazione dei propri tifosi.

Mario Stanic sotto porta anticipò con un guizzo il suo marcatore Paolo Negro su un traversone sul primo palo, perfezionato dalla sinistra dallo svedese Jesper Blomqvist (2-1).

Al termine del campionato, a metà maggio, entrambe le squadre, divise da un solo punto in classifica, si qualificarono per partecipare alla Coppa Uefa della successiva stagione.

Il Parma si classificò sesto a 57 punti, la Lazio settima a 56.

Nella slide: Stanic. Nella foto: i sostenitori Crociati nel Settore Ospiti dell’Olimpico.