Parma, 14 Maggio 2021 Domenica 6 ottobre 2013, in un piovoso pomeriggio, il Parma Calcio ottenne la sua prima vittoria in Serie A allo stadio Ennio Tardini contro il Sassuolo.

Fu epica per essere stata conquistata in inferiorità numerica e in quelle avverse condizioni ambientali.

E’ la Storia Crociata che raccontiamo alla vigilia di un’altra nostra sfida casalinga di campionato contro la squadra modenese, in programma domenica 16 maggio (ore 18).

La indirizzò, da assoluto primo attore, Antonio Cassano con un gol e due assist vincenti.

Il primo lo impacchettò per Raffaele Palladino al 32′.

Fantantonio approfittò della scarsa reattività del difensore Francesco Acerbi.

All’altezza della linea di fondo sulla destra, gli rubò letteralmente il pallone dai piedi.

Crossò verso il centro dell’area, dove il nostro attaccante schiacciò la sfera a terra di testa, spiazzando il portiere, l’ex Gianluca Pegolo (1-0).

Negli attimi finali del primo tempo, su un retropassaggio di Massimo Gobbi, il nostro portiere Antonio Mirante fermò in area il centravanti Domenico Berardi con un’uscita in scivolata.

L’intervento, dopo lunghe discussioni e contrariamente a una prima diversa decisione, fu giudicato falloso dall’arbitro Andrea De Marco, che espulse Mirante.

Lo stesso Berardi trasformò dal dischetto, insaccando la palla alle spalle del nostro portiere di riserva, lo slovacco Pavol Bajza, appena entrato al posto di Palladino (1-1).

Questo episodio avrebbe potuto cambiare in negativo le sorti della nostra gara.

Non fu così.

Dopo l’intervallo, il Parma salì in cattedra con il suo giocatore che portava sulle spalle il numero 99.

Cassano, al 70′, replicò l’azione del vantaggio.

Confezionò un altro cross perfetto dalla sinistra per un altro colpo di testa di un compagno.

Stavolta a incornare in rete, conferendo alla palla una precisa traiettoria angolata, fu il fluidificante Aleandro Rosi, abilissimo ad anticipare Reto Ziegler (2-1).

Poi, al 76′, chiuse la pratica sfruttando un lancio lungo di Walter Gargano su punizione che tagliò in due la difesa.

Cassano raccolse il pallone controllandolo e stoccando di destro davanti a Pegolo (3-1).

Nella slide: il gol di Cassano. Nelle foto: la gioia di Palladino dopo la sua rete del vantaggio; Mirante espulso, entra il dodicesimo Bajza; Rosi sigla il raddoppio; Rosi festeggia inseguito da Gobbi e da Marco Parolo; l’abbraccio tra Cassano e Rosi; l’esultanza di Cassano per il 3-1; Capitan Alessandro Lucarelli con i compagni sotto alla Curva Nord a fine gara.