Parma, 16 ottobre 2021 – Alla vigilia del match tra Parma e Monza di domani alle 16.15 al Tardini e valido per la giornata numero 8 di Serie BKT, Mister Maresca ha incontrato i giornalisti al Centro Sportivo di Collecchio.

“Le pause sono sempre buone, ti danno la possibilità di mettere dentro più lavoro. Abbiamo insistito nel portare avanti quei concetti sui quali stiamo lavorando dall’inizio e sui quali non c’è alcun dubbio. Abbiamo cambiato qualcosa dal punto di vista generale, continuando ad insistere sui dei concetti approfondendo qualche dettaglio in più. Abbiamo iniziato in un modo, modificando qualcosa nelle ultime gare: all’inizio portando dentro Sohm, ora magari stringendo Delprato o Coulibaly; non è cambiato il modulo, è anche l’avversario a dirci dove si può approfittare di certe situazioni”

“Non mi sento in difficoltà. Sulla libertà di espressione non si può dire nulla, ognuno può dire ciò che vuole e si può condividerlo o meno. Le gare sono tutte decisive, quando le vinci fai un passo avanti, altrimenti resti dove sei o fai un passo indietro. Che sia decisiva a metà ottobre mi sembra un po’ azzardato, la classifica è importante da febbraio, se ci sono squadre prime da settembre fino a maggio vuol dire che hanno fatto un grandissimo lavoro”

“Non so se sia pretattica o se loro cambieranno qualcosa, noi ci dobbiamo adattare subito a quel che vediamo sul campo. Il Monza come molte altre squadre ha tutto per provare fino alla fine per essere nel gruppo lassù, anche loro hanno iniziato quest’anno e non può essere tutto immediato, non ho dubbi che alla fine il Monza sarà in alto. Su tre gare in casa ne abbiamo vinta una, più un pareggio e una sconfitta. Non deve essere un alibi, ma la nostra forza giocare in casa. Ricordo di aver detto venendo qui in presentazione che venire a giocare al Tardini faceva effetto agli avversari, forse ora non lo è stato in questo ultimi due anni, ma proveremo a fare tornare le cose come lo erano tempo fa”

“Brunetta può essere uno di quelli che sostituisce Vazquez, ci sono altri che possono fare quel ruolo, con la rifinitura abbiamo preso delle decisioni ma c’è ancora qualche dubbio, vediamo da qui a domani. I rientranti dalle nazionali stanno bene, tranne Dierckx che ha avuto un problema muscolare. L’idea è di usare logicamente chi sta bene, quando arriveranno le tre gare in una settimana considereremo anche gli altri, quel che noto ogni giorno che passa è che questa squadra per così dire mi sta facendo innamorare sempre più: c’è un gruppo fantastico, giocatori di esperienza come Buffon, Colombi, Schiattarella, Inglese, Danilo e Vazquez che stanno facendo un grande lavoro con il resto del gruppo che conta diversi ragazzi sotto i 21 anni. Inoltre molti di loro non parlano italiano, finiscono allenamento e studiano la nostra lingua. Stanno facendo uno sforzo tutti. Sia gli esperti che i giovani stanno facendo uno sforzo tremendo. Il tutto se accompagnato dall’entusiasmo di una vittoria ci farebbe lavorare ancora meglio, non abbiamo dubbi che questo accadrà”

“Abbiamo fatto 7 gare di campionato, non credo che il Parma non abbia fatto bene con il Benevento o il Pordenone o il primo tempo a Ferrara, non credo non abbia fatto bene con il Pisa dove meritavamo qualcosina in più. È un’idea diversa, di un calcio più ragionato, chissà meno diretto, non so se sia diventato più pragmatico”

“Il Monza ha una buona base di gente d’esperienza. Ringrazio Stroppa per le parole sul nostro attacco, siamo contenti di quelli che abbiamo, l’unico dispiacere è di non averli avuti tutti bene. A Ferrara Tutino ha chiesto il cambio, nessuno dei due attaccanti ad oggi ha finito una gara intera. Benek a Terni è entrato e ha fatto benissimo, è uno di quei giovani che sta facendo un lavoro impressionante”

“Il prossimo filotto di gare sarà importantissimo, quella di domani può darti entusiasmo per affrontare le successive, quella di domani però è la più importante. Il giorno di riposo giovedì? Lo abbiamo fatto con l’ultima sosta giocando e vincendo a Pordenone, lo abbiamo rifatto questa settimana ma se avessimo perso a Pordenone lo avremmo rifatto uguale. Abbiamo fatto allenamento lunedì, poi doppio martedì, allenamento mercoledì e sosta giovedì per spezzare la settimana. Quel che non abbiamo fatto giovedì lo avevamo già recuperato con il doppio di martedì. Dietro tutto quel che facciamo c’è un pensiero”

“Danilo sta meglio, sta recuperando la condizione. Cobbaut sta giocando sempre, rientra anche Osorio che per noi è finalmente, lo si è visto nelle ultime due gare, poi non lo abbiamo più avuto ed ora è rientrato”

“Sono arrivati 15 nuovi giocatori, stiamo provando a fare un cambio. Mi sento privilegiato ad allenare il Parma, oltre ad avere l’obiettivo di essere lassù. Abbiamo diversi ragazzi sotto i 21 anni, per loro non rappresenta lo stesso peso che ha per me, sono loro a giocare e qualcuno può sentire questa sorta di pressione. Nel calcio come dice Sarri ti chiedono subito risultati, nel caso nostro c’è anche una serie di ragazzi molto giovani”