Parma, 1 Dicembre 2021 – L’inesorabilità e la ferocia agonistica davanti alla porta avversaria di Alberto Paloschi.

La sicurezza e la tranquillità tra i pali della propria porta di Nicola Pavarini.

Queste due risorse permisero al Parma Calcio, in una serata di Serie B,, di battere il Brescia sul campo del nostro stadio Ennio Tardini.

Domenica 22 Febbraio 2009, posticipo della 27^ giornata di campionato.

Con quell’1-0,  ottenuto contro una squadra che li inseguiva a un solo punto di distanza in classifica, i Crociati salirono al secondo posto affiancando il Bari.

La capolista, con due lunghezze in più, era il Livorno.

Paloschino, al 37′, veloce e spietato, intercettò un tiro di Leon., agganciò il pallone di destro e di sinistro insaccò alle spalle di Emiliano Viviano.

Il Pavaro, poi, si elevò con quattro interventi per evitare il pareggio degli ospiti.

Su un colpo di testa di Davide Zoboli, su un paio di tentativi dalla distanza di Roberto Baronio e, soprattutto, quando si superò nella respinta su un tiro di Maurizio Nassi al 74′.

Per il Parma Calcio fu un altro passo in avanti verso la promozione in Serie A, che si perpetrò tre mesi dopo.

E’ questa la Storia Crociata che abbiamo voluto rivivere a poche ore da una nuova serata del campionato cadetto con Parma-Brescia al Tardini. 

Nelle foto: l’esultanza di Paloschi e il tifo della Curva Nord a fine gara.