Parma, 30 gennaio 2022 – Al termine del match contro il Crotone (1-1 il finale) Mister Iachini ha incontrato i giornalisti nella sala stampa del Tardini.

Ecco le sue parole:

“Oggi posso dire veramente poco, a parte i primi 10 minuti dove siamo stati un po’ titubanti; questo è un gruppo di ragazzi che deve venire fuori da una situazione di un certo tipo. Siamo usciti fuori dopo l’inizio gara, c’è stata un’occasione parata dal portiere, poi una traversa, un palo e abbiamo sbloccato la partita. Abbiamo pressato alti, la linea difensiva ha accompagnato bene, abbiamo dietro anche affrontato qualche uno contro uno perchè questo deve essere il nostro modo di giocare. Anche nel secondo tempo siamo entrati bene, ci è mancata l’occasione per chiudere la gara, ma se devo rimproverare qualcosa ai ragazzi è sul piano del cinismo per quanto riguarda il passaggio o la conclusione finale. Agli altri abbiamo concesso quasi nulla, ci è mancata un pizzico di fortuna perchè su una palla persa a centrocampo abbiamo preso gol, le cose ci girano un po’ così, con due rimpalli è finita sui piedi del loro attaccante. L’approccio è stato quello giusto, non ci siamo chiusi e non ci hanno schiacciati, abbiamo avuto la voglia di cercare il 2-0, poi è arrivato un gol rocambolesco. Sul finale c’è stata qualche occasione da sfruttare, è un momento così ma ho visto cose diverse rispetto alle partite precedenti: non siamo stati bassi, abbiamo aggrediti alti costruendo con più personalità. Il loro portiere è stato bravo in alcune circostanze, abbiamo preso un palo e una traversa, dovevamo chiudere la partita, è un peccato perchè lo spirito e l’atteggiamento erano quelli giusti davanti ai nostri tifosi. Dobbiamo recuperare dei ragazzi. Costa non poteva fare 90 minuti perchè non gioca da 8 mesi, Cassata lo stesso, Coulibaly è al secondo spezzone di gara dopo due mesi di stop. Sono ragazzi che sono con noi da poco. Ho visto l’atteggiamento giusto, ancora meglio di Alessandria perchè lì siamo stati ancora un po’ bassi in alcune circostanze. Buffon non è stato praticamente impegnato, ma la gara dovevamo chiuderla e stare più attenti nell’episodio del gol loro, siamo stati un po’ ingenui”

“Stiamo lavorando e parlando con la società per arricchire ancora la rosa, qualcuno è arrivato e lo avremo già al campo domattina; e il mercato non è ancora chiuso. Quando uno è in uscita qualcun altro entra, è importante visti i tanti impegni e qualche ragazzo deve avere modo di trovare la condizione ottimale, il mercato di gennaio non è facile. I ragazzi l’hanno fatta la partita, c’è rammarico per i tifosi e per noi, meritavano i tre punti: meno di questo oggi non si può concedere agli altri. Sul gol preso non c’è stato un errore tattico ma una ingenuità, dobbiamo essere più forti anche di questo; guardiamo avanti, ho visto molte cose positive oggi. I ragazzi hanno continuato ad aggredire alti, l’atteggiamento giusto ci porterà a vincere le partite”

“Manca qualche risultato, sulla mentalità non si può dire che i ragazzi oggi non si siano impegnati. Manca il risultato per la fiducia, la serenità; è capitato da altre parti, quando arrivi da una retrocessione la maglia pesa di più. Questo succede anche ai nostri avversari, il Crotone era partito per vincere il campionato da retrocessi, ma certe stagioni si incanalano in una certa maniera: devi insistere, superando questo momento. Con i risultati cresce l’autostima, dobbiamo cambiare questo trend, oggi volevamo vincere e i ragazzi ci hanno provato con l’atteggiamento da squadra: quello voglio, non difendersi ma attaccare cercando il gol. Oggi siamo stati attenti sui calci piazzati e le percentuali dei tiri degli avversari stanno scendendo gara dopo gara, gli episodi ci hanno fatto prendere qualche gol, davanti stiamo migliorando la fase offensiva. Vincere aiuterebbe qualche ragazzo a togliersi qualche peso, mi è successo anche altrove ma l’abbiamo superato continuando a lavorare e a crederci “.

“Davanti abbiamo avuto qualche problema, Bonny sta crescendo anche se non possiamo pensare che possa sempre risolverci la partita da solo: è entrato con il piglio giusto, in settimana fa vedere una certa crescita. Ha 18 anni e può sbagliare. Lavorando settimana dopo settimana e dando a ragazzi come Cassata e Costa la possibilità di giocare fanno minutaggio e vengono fuori. Dobbiamo recuperarli dando loro minutaggio per fare loro avere la giusta condizione”

“Mihaila avrebbe potuto giocare o meno, ha giocato Man: i ragazzi erano pronti, hanno concesso pochissimo agli avversari costruendo molto, a parte l’inizio del match dove l’atteggiamento è stato più timoroso, ma lo avevo previsto. Oltre alle occasioni nel primo tempo, nel secondo ci sono state le conclusioni di Costa e Vazquez. Subiamo poco dagli avversari e stiamo alzando in percentuale il rapporto tra fase offensiva e conclusioni. Questo, se lo manteniamo, ti porta ad ottenere vittorie. Bisogna insistere, se c’era una squadra che meritava i tre punti oggi era la nostra.”

“Del mercato ho parlato con la società. I direttori stanno lavorando. Questo mercato è più difficile, è normale ci siano delle difficoltà, bisogna cercare determinate caratteristiche. Sta arrivando Simy, sta arrivando un mancino naturale olandese e da domani vediamo sul campo come sta. Siamo d’accordo sulla società sul fare qualcosina, vediamo il mercato cosa dice negli ultimi giorni. Le voci di mercato avrebbero potuto disturbarci, invece la squadra ha spinto, Juric è entrato bene, gli attaccanti anche, sarei stato più contento se avessero segnato: se lo avessero fatto staremmo qui a parlare di un’altra partita. Ci spiace per i nostri tifosi, a volte il calcio ti punisce oltre misura, dobbiamo migliorare i nostri numeri: lo stiamo facendo, dobbiamo continuare, con i numeri arrivano anche le vittorie”