Parma, 26 febbraio 2022 – Al termine del match contro la Spal il commento di Alessandro Circati in sala stampa.

“È stato un esordio perfetto, bellissimo. Con tutta la squadra abbiamo fatto la partita perfetta, abbiamo dato tutto, corso e messo il cuore in campo. È una bella giornata. Buffon? È lì che ti aiuta sempre, ti parla continuamente e ti aiuta molto, anche i ragazzi che giocano in attacco, i giovani, non solo in campo ma anche in spogliatoio. Quando sono uscito dal campo? Avevo i crampi, mi sono fermato due minuti e poi ho continuato anche se non al meglio, ho fatto quello che potevo per prendere i tre punti oggi e per lottare con la squadra. Cosa mi aspetto dopo un esordio così? Niente, secondo me niente cambierà. Se giocherò con la prima squadra sarò molto contento, se giocherò con la Primavera sarò molto contento e mi metto sempre a disposizione. Sembrava che non sentissi l’emozione? Tanti ragazzi mi hanno aiutato, mi hanno calmato, poi alla fine sono sceso in campo, mi sono divertito e ho giocato a calcio. La mia storia? Sono nato a Fidenza, qui vicino, poi a pochi mesi sono andato in Australia con la famiglia, mamma, papà e mio fratello. Ho iniziato lì a giocare a calcio, nel settore giovanile, e un anno fa sono arrivato qui a Parma. A che grande difensore mi ispiro? Mi ispiro a Maldini, era un terzino sinistro ma ha giocato anche in mezzo, mi ispiro a lui. Mio padre? Non sapeva nemmeno che avrei giocato titolare. Prima di ogni partita mi dice che se dovessi giocare devo dare tutto e fare quello che posso, ma soprattutto mi dice sempre che mi devo divertire”.