Parma, 19 marzo 2022 – Il Parma Calcio 1913 ha celebrato, allo stadio Ennio Tardini in un momento comunitario con i propri tifosi, in occasione della partita odierna di campionato, la ricorrenza della Giornata Nazionale della Memoria delle vittime del Covid-19.

Il club Crociato ha ricordato, come simbolo di tutte le persone scomparse, i Vigili del Fuoco e i medici, due categorie professionali che hanno dato tanto in termini di vite umane sin dagli albori della pandemia.

Il presidente Kyle Krause e il figlio Oliver hanno consegnato a bordo campo, nel segno del ricordo, mazzi di fiori a due rappresentanti delle rispettive professioni: Massimo Petranca, in rappresentanza dei medici del Primo Soccorso e della Rianimazione dell’Ospedale di Parma, e ai due Vigili del Fuoco, Alberto Pinardi e Giuseppe Ragona.

Hanno, poi, rivolto il medesimo pensiero nell’intervallo della gara, in Tribuna d’Onore, ai famigliari di Giorgio Gardini, ispettore dei Vigili del Fuoco frequentemente in servizio allo stadio, e di Manfredo Squeri, primario di Medicina e storico abbonato del Parma Calcio 1913. Entrambi furono tra le primissime vittime del Covid-19, nel marzo 2020.

In Italia – ha dichiarato il presidente crociato Kyle Krause ci riuniamo per onorare coloro che sono morti a causa del Covid-19. Come club, condividiamo il dolore della nostra comunità. Ci sentiamo onorati di poter essere al fianco di coloro che sono qui al Tardini. Mentre riflettiamo solennemente sulla distruzione provocata dal Covid-19, possano coloro che sono in lutto trovare pace e possano quelli di noi rimasti trovare un senso di equilibrio nella nuova normalità in cui dobbiamo vivere oggi“.

Una pandemia che ha stravolto la vita quotidiana di tutti noi e, oggi, lo stadio Tardini ha voluto rispondere nel modo più bello. Con un lunghissimo applauso.