Parma, 17 aprile 2022 – L’Ascoli allo stadio Ennio Tardini, per una partita di Serie B, a metà del mese di aprile.

Era accaduto, nella Storia Crociata, martedì 21 aprile 2009.

Si giocò in un giorno infrasettimanale, perché tutto il turno di campionato fu rinviato in segno di doveroso rispetto per le vittime del tremendo terremoto che devastò la città di L’Aquila e il suo territorio una decina di giorni prima.

Il Parma Calcio vinse 2-0, controllando sin dalle prime battute la gara.

Il vantaggio fu segnato, al 24’, da Capitan Stefano Morrone.

Il centrocampista Crociato in spaccata, schiacciando di destro al volo sotto alla Curva Nord, finalizzò un calibrato cross dalla sinistra di Paolo Castellini (1-0).

Il raddoppio, al 75’, lo suggellò Alberto Paloschi (al decimo gol stagionale) di testa, intervenendo su calcio d’angolo con perfetto tempismo.

Con questo successo la squadra di mister Francesco Guidolin, nell’occasione in tribuna per squalifica (in panchina lo sostituì il preparatore dei portieri Lorenzo Di Iorio) mise un tassello importante verso la promozione in Serie A.

Consolidò il secondo posto in classifica, dietro alla capolista Bari, con il Livorno terzo distanziato di sette punti.

Nelle foto: l’esultanza di Morrone sotto alla Nord; un duello a centrocampo tra il fantasista Crociato Julio Cesar Leon e il mediano ascolano Carlo Luisi; il saluto del Parma, a fine partita, ai propri tifosi.