Parma, 23 aprile 2022 – Sono trascorsi diciannove anni dall’ultima vittoria Crociata, in una partita di campionato, allo stadio Renato Curi di Perugia.

Si giocava in notturna, il posticipo della 22^ Giornata della Serie A 2002/2003.

Come sarà nella serata di lunedì 25 aprile (ore 20:30) per l’appendice della 36^ Giornata di Serie B 2021/2022.

Domenica 23 febbraio 2003 la squadra di mister Claudio Cesare Prandelli, vincendo in Umbria in modo cinico e spietato, cominciò a mostrarsi stabilmente ai vertici della classifica.

Fu, al 30′, una punizione da lunghissima distanza, concessa dall’arbitro Paolo Bertini di Arezzo per un fallo di Fabio Grosso su Hidetoshi Nakata a sbloccare una situazione fino ad allora di stallo.

La calciò Adriano di sinistro, con la sua proverbiale potenza, su tocco di Capitan Sabri Lamouchi.

Fu un missile che  Željko Kalac non riuscì a parare.

il portiere australiano di origini croate fu anche ingannato da un lieve rimbalzo del pallone davanti a lui, mentre era proteso in tuffo nel tentativo di intercettarlo (0-1).

I padroni di casa pareggiarono, al 51′, con un diagonale di Fabio Grosso, finalizzatore di una bella azione del fantasista Fabrizio Miccoli, lanciata da Sean Sogliano (1-1).

Venti minuti più tardi, al 71′, nel momento migliore degli umbri, il Parma affondò con estrema freddezza il raddoppiò.

Lo fece il difensore centrale Matteo Ferrari, inserendosi di testa su una punizione ben calibrata da Adrian Mutu, angolando con precisione l’indirizzo della sfera (1-2).

Il risultato non si schiodò, anche se la nostra squadra, poi, colpì due volte il palo alla sinistra di Kalac.

Prima su un altro calcio piazzato di Mutu (76′), successivamente su un tentativo da pochi metri di Alberto Gilardino (85′).

Nelle foto: in azione, nella sera di Perugia, Nakata, bomber Adriano, Emanuele Filippini e Mutu. Qui sotto: il tifo Crociato.