Cogolo (Trento), 9 luglio 2022 – L’abbraccio della Val di Pejo al Parma Calcio 1913. Una serata per conoscersi, una prima volta all’insegna dell’accoglienza e dell’ospitalità grazie al lavoro del Comune di Pejo e alla voglia di vedere i Crociati dal vivo. La dirigenza, lo staff tecnico e tutta la squadra si sono presentati in piazza dei Monari (a Cogolo), alle ore 21:00, pronti per salire sul palco e abbracciare i tifosi e le tifose crociate giunti fino a qui, insieme agli abitanti della val di Pejo.

Una notte di stelle gialloblù, ma anche di entusiasmo e di applausi. Il primo a rompere gli indugi è stato Fabio Pecchia, insieme allo staff tecnico, ai team manager, allo staff medico e ai magazzinieri. Tutti insieme, perché il Parma è un’unica cosa, sempre. Poi, a uno a uno, sono sfilati tutti i calciatori. Applausi incondizionati. A chiudere la fila è stato Franco Vazquez e nella piazza si è alzato un grido di gioia. Tutti schierati, uno vicino all’altro, per le foto di rito, e poi, seduti sui gradini del palco, hanno ascoltato le parole del direttore sportivo Mauro Pederzoli, accompagnato dai dirigenti Massimiliano Notari e Mathieu Lacome. Per loro e per l’allenatore Fabio Pecchia, il Comune di Pejo e gli organizzatori del Consorzio Turistico Pejo 3000 hanno riservato un omaggio, a voler testimoniare, dopo alcuni giorni di ritiro, che la voglia di Parma e di Parma Calcio, è totale.

Un’accoglienza che si percepisce ogni giorno con una grande disponibilità soprattutto dei volontari della Val di Pejo, come hanno sottolineato in chiusura di serata l’assessore allo Sport e al Turismo Gianpietro Martinolli e l’amministratore delegato del Consorzio Turistico Pejo 3000 Marco Canella. Una notte che si è chiusa con una sorpresa (un premio a un parmigiano doc, Matteo Coppini) e con tanta passione, ma, soprattutto, con l’attesa di alzarsi all’alba, perché domenica 10 luglio, Pejo si colorerà di gialloblù con l’apertura del Village del Parma Calcio 1913, co-organizzato con le autorità locali e il Consorzio Pejo 3000, e con il pallone che finalmente comincerà a rotolare sul campo del centro sportivo di Celledizzo. Per il primo vero test in famiglia.