Parma, 11 luglio 2022 – Introducendo la presentazione del direttore sportivo Domenico Aurelio e dell’allenatore Fabio Ulderici, il presidente del Parma Calcio Kyle Krause ha illustrato gli sviluppi dell’attività del Settore Femminile.

“Sono appena arrivato dall’America, ieri ho visto per televisione il debutto un po’ deludente della Nazionale Italiana agli Europei, ma auguro all’Italia il meglio per il futuro. Fra qualche giorno mi recherò a Pejo, dove la nostra Prima Squadra Maschile è attualmente in ritiro e, appunto, avrò l’opportunità di vederli allenare ed eventualmente giocare. In ritiro avrò l’opportunità di salutare la squadra femminile, che, dopo i primi giorni di lavoro a Collecchio, nel weekend salirà in montagna. Il fatto che sia la squadra maschile che femminile si ritrovino a Pejo è testimonianza della nostra volontà di agire con modalità simili, ma non uguali. Sicuramente il fatto che le nostre prime squadre maschili e femminili, la squadra Special e l’Academy abbiano l’opportunità, nel tempo, di prepararsi a Pejo è un primo passo di un lavoro d’insieme. Sarebbe una follia non sfruttare la potenza che la squadra maschile ha visti i titoli e la storia che ha, per non favorire la crescita del settore femminile. Quindi sicuramente ci saranno iniziative congiunte per contribuire alla ulteriore crescita del settore femminile.

Questa sarà la nostra prima stagione in Serie A e  sarà molto importante, con molto da costruire: per questo spero nella collaborazione dei mezzi di informazione a dare spazio al movimento femminile per aiutarci a coinvolgere il più possibile la nostra tifoseria. Come sapete, il calcio femminile è considerato diversamente da quello maschile, qui in Italia: ecco perché faccio appello al vostro sostegno, parlando e dando visibilità al calcio femminile, per creare maggiore coinvolgimento. L’annuncio della nostra acquisizione di un club di Serie A è di qualche settimana fa: da allora è stato fatto tanto e i due signori che sono seduti qui al mio fianco, il direttore sportivo Domenico Aurelio e l’allenatore Fabio Ulderici, lo sanno bene, ma vorrei allargare il mio ringraziamento a tutti coloro che hanno lavorato al Parma Calcio per rendere tutto ciò possibile. Per quanto riguarda le aspettative, lungi da me voler mettere pressioni al direttore sportivo e all’allenatore che stiamo presentando: l’aspettativa principale è quella di mantenere la categoria, cioè restare in Serie A e far crescere il Settore Femminile. E’ quindi con grandissimo piacere che presento oggi queste due figure: siamo stati molto fortunati a coinvolgerli nel nostro progetto: sono due figure dall’esperienza importante, con ottime referenze specifiche.

Per quanto riguarda le aspettative per il futuro, come accennavo prima, l’obiettivo è quello di mantenerci in categoria e migliorare: la Serie A Femminile vanta diverse società che giocano in quella categoria da molto più tempo di noi, quindi l’obiettivo attuale non è quello di colmare il divario in tempi brevissimi, ci vorrà del tempo… Comunque sapete del mio amore per l’Italia, ma perché non andare anche in Europa? E porci come obiettivo – futuro – andare in Europa?

Non so se il nostro approccio, attento sia al maschile che al femminile, sia globale, perché a livello europeo e mondiale ci sono società che operano così: vengo, però, da un Paese dove il calcio femminile sicuramente è stato maggiormente promosso e che ha avuto una visibilità maggiore rispetto a come è in Italia. Non ho già tutte le rispose a mia disposizione, però una cosa certa è che sia io che il Parma Calcio, in generale, crediamo nella crescita del calcio femminile e, sottolineo, merita la giusta visibilità perché questo può aiutare la crescita del movimento. Ecco perché chiedo collaborazione per riuscire a creare questo prodotto fantastico che attiri anche le nuove generazioni e faccia crescere il settore.

Il campionato di Serie A inizierà il 27 e il 28 Agosto: vi aspettiamo tutti…”