Vignola (MO), 12 agosto 2022 – Il Parma Primavera, battendo 2-3 il Bologna nella semifinale di ieri sera, giovedì 11 agosto 2022, allo stadio comunale “Caduti di Superga”, (e in diretta streaming sul canale ufficiale YouTube Parma Calcio Settore Giovanile), conquista la Finale del 54° Torneo “Città di Vignola”, di cui è detentore. La finale – l’avversaria sarà la vincente dell’altra Semifinale Sassuolo-Reggiana che si giocherà questa sera, venerdì 12 agosto 2022, con inizio alle ore 20.45, sul medesimo campo – avrà luogo martedì 16 agosto 2022, kick off alle 20.45, sempre al Caduti di Superga. 

Bastano 5′ ai ducali per portarsi avanti con il bomber, nonché Capitano, da questa stagione, Giacomo “Jack” Marconi: attacco alla profondità di Mohamed Anas Haj, bravo, su lancio di Francesco Del Bello, ad anticipare, in uscita, il portiere Francesco Raffaelli costretto al fallo. L’arbitro Sig. Stefano Grillo della Sezione A.I.A. di Modena non ha alcuna esitazione  nel concedere il calcio di rigore che il centravanti trasforma mettendo nell’angolino basso alla destra dell’estremo difensore avversario che intuisce, ma non ci arriva…

Il Parma controlla bene la gara, rendendosi più volte pericoloso (palo di Salvatore Ribaudo dai 20 metri, un paio di interventi decisivi del portiere rossoblù su insidiose conclusioni dello stesso numero 10, e una rovesciata volante di Giacomo Marconi con palla di poco a lato), ma proprio allo scadere di frazione (44′) subisce il gol dei felsinei: azione insistita sulla destra, palla rimpallata e tiro a giro molto bello di sinistro di Jacopo Casadei sul secondo palo. E’ l’1-1 con le quali le due squadre tornano nei rispettivi spogliatoi per l’intervallo.

Dopo 13′ dall’inizio della ripresa il Bologna completa la rimonta: i gialloblù perdono palla, in sede di costruzione a metà campo, anche se con un fallo piuttosto netto commesso ai danni di Gian Marco Cavalca non sanzionato dal direttore dell’incontro, e così si sviluppa una rapida ripartenza con servizio in area per l’accorrente Manuel Rosetti che segna (1-2).
Subito dopo (16′ st) Mister Cesare Beggi e il vice Lorenzo Piscina indovinano quella che si rivelerà essere la carta vincente per rimediare, pescando dalla panchina Emmanuel Hammond Tannor, inserito al posto di Salvatore Ribaudo: sarà proprio il nazionale svedese a siglare il gol del pareggio al 34′ st: bellissima azione di ripartenza con Mohamed Anas Haj che serve in profondità il numero 20, bellissimo il suo controllo e ancor di più la conclusione di sinistro (2-2).

I Crociati ci credono, e non si accontentano della possibilità di giocarsela, come un anno fa in finale, alla lotteria dei tiri di rigore. A quattro minuti dalla fine (41′ st), a seguito di un’azione prolungata con diversi contrasti, la palla arriva in area e Giacomo Marconi che, di forza, segna con grande potenza la rete decisiva (3-2) che chiude il match giocato molto bene nel primo tempo dal Parma, che poi nella ripresa ha saputo adattarsi al clima di battaglia, favorito anche dall’arbitro un po’ all’inglese del direttore dell’incontro. I Crociati hanno saputo vincere diversi duelli fisici, lottando fino alla fine, conquistando il voluto passaggio di turno.

Questo, al termine il commento di Mister Cesare Beggi:

“Ho avuto le risposte che cercavo: cercavo una partita di coraggio e di orgoglio da parte dei ragazzi contro un avversario molto importante che disputa il Campionato di Primavera 1, quindi sapevamo che avrebbe potuto essere una partita complicata. Soprattutto nel primo tempo ho avuto queste risposte importanti, sotto il profilo del gioco: siamo passati in vantaggio, abbiamo avuto diverse occasioni per raddoppiare, ma soprattutto siamo riusciti a tenere il dominio del gioco, che è quello che in questo momento stiamo ricercando. Nel secondo tempo la partita si è un po’ sporcata, siamo andati sotto nel punteggio e sono contento di quello che è successo dopo perché lì è venuto fuori il coraggio e la voglia di non mollare mai di questi ragazzi che dimostrano di tenerci sempre, ad ogni partita e anche alla nostra Maglia.

Queste partite ci servono per avvicinarci al Campionato: ogni settimana in cui lavoriamo mettiamo un tassello in più per la costruzione della squadra e del gruppo e le risposte che cercavo questa sera i ragazzi me le hanno date. Pian piano inizio a conoscere meglio i ragazzi e i ragazzi tra di loro: stanno trovando quelle giocate che poi cercheremo anche in Campionato. Ci vuole pazienza perché la squadra è nuova, ma oggi, come ripeto, ho avuto risposte importanti anche sul piano comportamentale, di atteggiamento, di coraggio.

Il ritorno al gol di Marconi con una doppietta? Lui è il nostro capitano e il nostro centravanti, è un giocatore per noi fondamentale, è sempre il nostro trascinatore, per cui se anche per una o due partite non fa gol per noi non è un problema perché il contributo che dà alla squadra è importantissimo anche quando non segna.

Tannor? E’ entrato bene: è proprio quello che chiedevo a tutti, cioè di restare dentro la partita per tutti i 90′, lui è entrato e ha avuto un impatto importantissimo e di questo sono contento. E’ un ragazzo che si sta allenando molto bene, e ha margini di miglioramento. Lui sa quali siano i suoi limiti di oggi, ci sta lavorando su e noi siamo contenti.

Il calendario di Campionato? L’ho analizzato abbastanza velocemente, nel senso che le avversarie le conoscevamo già e sappiamo che dobbiamo incontrarle tutte. E’ molto bella la prima giornata: chiaramente incontrare subito il Genoa, che è una delle favorite, è una cosa positiva, li aspettiamo e speriamo di fare un’ottima partita”.