Collecchio, 10 settembre 2022 – 1^ Giornata di andata del Campionato Primavera 2, sabato 10 settembre 2022, sul campo centrale in erba naturale del Settore Giovanile “Villaggio Crociato”, Centro Sportivo di Collecchio, e in diretta streaming sul canale ufficiale YouTube Parma Calcio Settore Giovanile, Parma-Genoa termina 1-1.

Partita molto bella sia a livello tecnico che come intensità, con giocatori molto bravi in campo. Inizia meglio l’undici di Mister Cesare Beggi e del vice Lorenzo Piscina, che creano subito due nitide occasioni per passare in vantaggio: la prima sugli sviluppi di una bella azione sulla sinistra con Giacomo Marconi che mette palla a Dario Sits in arrivo da dietro a rimorchio: il nazionale lettone apre il piattone, senza riuscire riuscire ad angolare troppo e il portiere Simone Calvani, riesce ad arrivarci; nella seconda è Dario Sits a restituire la cortesia al compagno di reparto: dopo aver bucato centralmente, infatti, serve palla a Jack Marconi, il quale, nell’aggiustarsela, prima del diagonale, esce un po’ dallo specchio della porta, e la conclusione viene neutralizzata dal solito Calvani. I rossoblù del grande ex Crociato, eroe dello Spareggio di Bologna, Alberto Gilardino, si rendono pericolosi, come ci si aspettava, con un paio di insidiosi contropiede, ma gestendo male l’ultima scelta, graziano i Crociati. Però, proprio in ripartenza, al 29′ gli ospiti passano in vantaggio con Michele Ambrosini: dopo una rimessa laterale, Federico Motti si fa aggirare da Seydou Fini, che mette la palla dentro per il numero 7 che che di piatto destro mette sul primo palo della porta difesa da Francesco Borriello (0-1). Allo scadere della prima frazione (44′) i Crociati la pareggiano: recuperata con una certa decisione palla nella propria trequarti, partono in ripartenza molto bene: sfera a Dario Sits che dai 25 metri, di piatto, la indirizza alla sinistra del portiere Simone Calvani.

Nella ripresa i liguri lasciano l’iniziativa ai padroni di casa, che padroni del campo, palleggiano bene, accontentandosi di mostrare l’indubbia specialità della casa, ossia il contropiede e la conquista delle seconde palle: quando i gialloblù erano bravi ad accorciare riuscivano a recuperarla, in caso contrario nascevano pericoli, perché il Genoa vanta veri e propri specialisti della materia che quando ricevono palla negli ultimi 25 metri possono far male. L’occasione, però, per portare a casa i tre punti è del Parma: su una palla scavata sulla linea di difesa, nonostante ci fosse poca profondità, Damiano Basili si inserisce bene, controlla forse con un tocco in più, e così il tiro perde di efficacia.
Le due squadre, nel finale, preferiscono evitare di esporsi, finendo per accontentandosi di un pareggio che, considerato il valore di entrambe, alla lunga potrebbe rivelarsi importante…

Questo, al termine, il commento di Mister Cesare Beggi:

“Partita molto bella, giocata bene da entrambe le squadre con buoni giocatori in campo: credo che tutte due le squadre abbiano dei margini di miglioramento importanti: siamo solo alla 1^ Giornata, si è visto, però, che sono due squadre che possono dire la loro in questo Campionato. Per noi è stato un buon banco di prova: ha fatto vedere che possiamo starci in questo Campionato.

Il risultato è equo: noi abbiamo avuto due occasioni limpide per passare in vantaggio, ma come sempre quando non si realizzano, alla prima azione i nostri avversari sono passati in vantaggio. Abbiamo avuto qualche momento di smarrimento, però ci siamo ripresi e abbiamo pareggiato meritatamente.

Nel secondo tempo loro ci hanno lasciato il comando del gioco, per provare a ripartire, dal momento che avevano giocatori molto bravi negli spazi aperti e avendo avuto occasioni sia loro che noi, ritengo, comunque, che il risultato sia corretto. 

Qualche occasione importante l’abbiamo sciupata: mi conforta il fatto che arriviamo con buona continuità nei pressi della porta avversaria e liberiamo uomini al tiro: questo vuol dire che i ragazzi iniziano a capire quali sono le dinamiche del gioco, poi, chiaramente, non sempre si riescono a segnare tutti i gol che si meritano.

Il Genoa ha dimostrato di essere una squadra forte, con giocatori bravi, sono organizzati bene, giocano anche discretamente, per cui sicuramente sarà una delle squadre che lotterà per il Campionato.

Per quanto ci riguarda non abbiamo fuoriquota: è una scelta condivisa con il club, per cui siamo molto più giovani rispetto allo scorso anno: questo, però, non significa essere più deboli, ma che avremo più lavoro da fare, perché non tutti sono già pronti, tanti sono al primo anno, ma il lavoro non ci spaventa, sono ragazzi che si stanno allenando bene e migliorano di settimana in settimana. 

Oggi ha giocato titolare la coppia d’attacco Sits, Marconi, poi sono subentrati Tannor ed Haj: sono quattro attaccanti, ne giocano due o tre a seconda delle partite, però sono giocatori che tutti gli allenatori vorrebbero avere, noi siamo fortunati: ce li godiamo e cerchiamo di farli crescere per portarli un giorno a diventare dei professionisti”.