Parma, 22 settembre 2022 – Sarà il Milan il prossimo avversario delle Crociate nella sfida in programma sabato 24 settembre alle 14.30 al Tardini. Nel nostro consueto MatchPack vediamo le statistiche relative alle due squadre prima del match.

SCONTRI DIRETTI
Il Parma sarà solo la seconda squadra dell’Emilia Romagna affrontata dal Milan in Serie A, dopo il Sassuolo: le rossonere vantano
quattro vittorie, tre pareggi e una sola sconfitta con le neroverdi. Il Milan ha vinto almeno una gara contro ciascuna delle 18 avversarie affrontate finora in Serie A. Il Milan ha finora pareggiato tutte e tre le trasferte di Serie A disputate in terra emiliana (tutte contro il Sassuolo) e quindi l’Emilia Romagna potrebbe diventare la nona regione differente in cui le rossonere vantano almeno una vittoria nel massimo torneo (dopo Campania, Friuli, Lazio, Liguria, Lombardia, Puglia, Toscana e Veneto) – dal conteggio è escluso San Marino.

STATO DI FORMA
Il Parma ha vinto il suo esordio assoluto casalingo in Serie A: l’ultimo team capace di centrare due successi in entrambe le prime due
partite interne disputate in assoluto nella massima competizione è stato proprio il Milan (nella stagione 2018/19). Il Milan è uscito sconfitto nell’ultima trasferta di Serie A contro la Roma e nel massimo campionato non ha mai collezionato due ko di fila fuori casa.
Quella rossonera è la formazione che ha registrato più clean sheet esterne in Serie A dall’inizio della scorsa stagione (otto).
Il Parma è una delle quattro squadre che in questo campionato hanno sempre sia segnato che subito gol in ciascuna delle tre gare
giocate (le altre sono Fiorentina, Inter e Sassuolo). Il Milan non ha pareggiato nessuna delle ultime otto partite di Serie A: ha perso tre delle quattro più recenti (1V), dopo aver vinto tutte le quattro precedenti.

STATISTICHE GENERALI
Le gialloblù hanno effettuato tre tiri nello specchio di testa, nessuna formazione ne conta di più in questo campionato (come Sampdoria e Inter), segnando una rete con questo fondamentale (Melania Martinovic contro la Fiorentina). Il Milan è la squadra con il possesso medio più basso nel corso delle tre giornate di questo campionato (41%). Solo il Como (25) ha provato la conclusione meno volte del Milan (28) finora in questo campionato. Il Parma è la squadra che ha trovato più volte la conclusione in seguito a un recupero offensivo in questa Serie A (11, un gol segnato).

FOCUS GIOCATRICI
Ana Jelencic e Valeria Pirone hanno già segnato in Serie A contro il Milan: per il difensore si tratta della sua ultima rete nel massimo
campionato (23 maggio 2021 con la maglia del Verona); l’attaccante invece ha siglato uno dei due gol valsi il successo del Chievo
Verona sulle rossonere del 20 aprile 2019 (2-1). Melania Martinovic è andata a segno in due delle sue ultime quattro presenze in Serie A, tante volte quante nelle precedenti 16 gare giocate nella competizione. Alessia Capelletti è la giocatrice che ha toccato più volte il pallone nella propria area di rigore nel torneo in corso (122). Michela Cambiaghi, a segno lo scorso 12 settembre contro il Sassuolo al Tardini, può andare a segno in due gare interne consecutive in Serie A per la prima volta nel corso delle ultime tre stagioni. Nora Heroum ha giocato 35 partite in Serie A con il Milan, tra il 2018/19 e il 2019/20, segnando due reti. Erika Santoro (12) e Linda Tucceri Cimini (11) sono le due giocatrici con più cross su azione effettuati in questo campionato (anche Giada Pondini a quota 11), Malgorzata Mesjasz ha segnato nell’ultimo turno il suo primo gol in Serie A; l’ultima giocatrice polacca capace di realizzare almeno due reti nell’arco dello stesso massimo campionato italiano è stata Katarzyna Daleszczyk (due bersagli con il Sassuolo nella stagione 2018/19).