Parma, 14 ottobre 2022 – Per la Storia Crociata di campionato con la Reggina allo stadio Ennio Tardini, che domani vivrà un suo nuovo capitolo per la 9^ giornata di Serie BKT 2022/2023, nella settimana in cui piangiamo la scomparsa di Enrico Cannata, nostro calciatore simbolo degli Anni Ottanta, ricordiamo una sfida decisa da un altro numero dieci rimasto nei cuori della nostra comunità e della nostra tifoseria.

Si tratta di Domenico Morfeo, il quale nella serata di giovedì 11 novembre 2004, al 79’ risolse la partita con gli amaranto calabresi.

Lo fece con un gesto tecnico diverso dai suoi consueti. Mimmo siglò con un bel colpo di testa sferrato dall’altezza del dischetto del penalty (1-0), che gli consentì di battere il portiere Nicola Pavarini, subentrato al 14′ al compagno Salvatore Soviero

Incornò in girata sfruttando un cross ravvicinato da manuale di Marco Marchionni, che si accentrò dalla destra. Con esultanza incorporata sotto alla Curva Nord.

In una serata fredda e piovosa di inizio autunno, su un terreno pesante e scivoloso in cui era difficile esprimersi, il Parma conquistò un’importante vittoria in chiave salvezza, anche se si era soltanto al principio di un lungo cammino.

In panchina c’era ancora Silvio Baldini, che poi venne esonerato in corso d’opera, per essere sostituito da mister Gedeone Carmignani, l’allenatore delle emergenze Crociate.

Il traguardo della permanenza in Serie A venne raggiunto sette mesi più tardi, a giugno inoltrato, aggiudicandosi l’epico spareggio con il Bologna.

Nelle foto: Morfeo in azione e il tifo della Nord a inizio gara.

 

.