Vicenza, 6 dicembre 2022 – La calciatrice del Parma Calcio, Prima Squadra Femminile, Melania Martinovic distintasi domenica 4 dicembre 2022 per la spettacolare rete in rovesciata nella gara con il Sassuolo (suo quinto centro in campionato, sesto stagionale includendo la Coppa Italia) celebrata via social dalla Divisione Calcio Femminile della F.I.G.C. (“ma vi rendete conto di cosa abbiamo visto”), ritwittata dal Presidente Kyle Krause (“Wow Melania”) – è stata nominata “Calciatrice del Mese” dell’Associazione Italiana Calciatori (MVP AIC) di Novembre 2022; oltre al classico premio, le verrà consegnata una figurina personalizzata dipinta a mano.

Ne ha dato notizia oggi l’Assocalciatori.it, attraverso il proprio sito internet, riportando le motivazioni: 

“Sampdoria-Fiorentina, 5 marzo 2022. Un lancio a mezza altezza finisce in posizione defilata, verso la bandierina, al limite dell’area. La palla rimbalza tre volte, e prima che possa toccare terra di nuovo un destro violento sul palo lungo si scaglia sotto l’incrocio.

Un gesto così, da una posizione per molti proibitiva, oltre a vedersi molto raramente è uno di quei colpi che non tutti possono vantare nel proprio repertorio. Melania Martinovic, di fatto, è una di quelle giocatrici che questi numeri li conserva nel suo bagaglio tecnico da sempre a prescindere dalle circostanze e dall’intensità della pressione sul match in questione.

Un po’ come il gol segnato in rovesciata nel Derby dell’Emilia in un momento cruciale per la squadra e per la classifica.
Per fare o anche solo provare alcune giocate, ci vogliono fiducia e buona dose di sana sfrontatezza.

Il mese di novembre è stato un periodo di faticosa risalita per il suo Parma, una squadra nata e assemblata in estate con l’obiettivo di rimanere nella massima categoria.

Nel momento in cui le cose avevano estrema necessità di svoltare, in un momento dove il calendario tornava a farsi più insidioso, è iniziata la lenta rinascita delle gialloblù.

Ritrovare fiducia e consapevolezza dei mezzi a disposizione non è mai un compito facile, ma a volte basta una scintilla e qualcuno in grado di trasformarla in qualcosa di più grande.

Martinovic è stata quel qualcuno, la giocatrice in grado di trascinare la squadra, suonare la carica e trasformare quella scintilla in fiamma ardente.

A volte, credere fortemente in qualcosa, può essere contagioso”.