Parma, 8 dicembre 2022 – Le dichiarazioni dell’allenatore crociato Fabio Pecchia, rilasciate al termine della partita Parma-Benevento, valida per la sedicesima giornata di Serie BKT 2022-23.

“Prestazione sottotono, se vogliamo definirla così. Quando facciamo le cose sottotono perdiamo, mentre quando facciamo le cose ad altissimo livello, al massimo, pareggiamo. Questo è il rammarico, il Benevento ha fatto di più e l’ha portata a casa. Soprattutto nel secondo tempo è stato più squadra di noi. Il rammarico più grosso? Che sulla respinta Bob tira due volte e una prende il palo. Non è una prestazione da noi, in 4 mesi non abbiamo mai fatto una prestazione del genere. Quando si chiudono gli spazi e mettono tanta gente in area, diventiamo più prevedibili e non troviamo gli spazi. Vogliamo entrarci sempre con un gioco definito, anziché con palle diverse. Si può prendere un gol ma le partite si possono ribaltare. Siamo noi che dobbiamo riavvicinarci al pubblico, il pubblico è lì, è naturale da parte dei nostri tifosi. Noi adesso dobbiamo rimboccarci le maniche e fare due passi avanti, le distanze le dobbiamo accorciare noi”.

Il derby ha lasciato grande amarezza, oggi dispiace e fa male. Ci aspettavamo tutti una maggiore continuità, adesso fra 3 giorni c’è già un’altra partita. E sui numeri bisogna fare le giuste valutazioni ma senza farsi condizionare. Le sconfitte sono tutte brutte e questa è molto decifrabile. Oggi è una partita brutta, me ne assumo la responsabilità perché sono a capo del gruppo ma i ragazzi so che rispondono sempre bene“.

Nel pregara c’era molta convinzione, l’approccio è stato meno arrembante, entrambe le squadre sono state sulle loro all’inizio. E dopo il gol che ha rotto l’equilibrio, ci siamo disuniti. Su Mihaila troppo presto per sapere cosa si è fatto, Cama lo valuteremo. Mi dispiace per entrambi ma soprattutto per Mihaila finire la partita dopo venti minuti…“.