Collecchio, 9 gennaio 2023 – Le dichiarazioni dell’allenatore crociato Fabio Pecchia durante la conferenza stampa di presentazione della partita contro l’Inter (in programma martedì 10 gennaio, ore 21:00) rilasciate ai giornalisti nella sala stampa del Centro Sportivo di Collecchio.

IL LEGAME CON I TIFOSI
“Con serenità, con entusiasmo, questa partita ce la siamo guadagnata sul campo. Già da Salerno, l’hanno voluta e ottenuta. E’ una gran bella cosa, andiamo a giocarcela con le nostre cose e le nostre armi, l’entusiasmo fa bene, plaudo i miei giovani perché proprio questa partita permette a tutti di confrontarsi con il calcio di élite. La visita dei nostri tifosi è stata molto gradita e molto bella, ci hanno fatto sentire la vicinanza e l’entusiasmo. E ora palla al centro, domani. Abbiamo recuperato quasi tutti, un conto è la squadra e un conto è stare dentro nel gruppo. O gettarli nella mischia, è rischioso. Sono tutti dentro, hanno lavorato molto bene ma le valutazioni saranno fatte sul minutaggio. La sosta è stata positiva per tutti, c’è la possibilità di riprendere a lavorare e recuperare i giocatori ai margini”.

INTER
“Nelle due partite ho visto una squadra in salute, con il Napoli ha vinto con forza ed energia. E anche a Monza, a parte un po’ del secondo tempo, è stata padrona. Voglio vedere da parte dei miei le cose che sappiamo fare. Tenendo conto dell’avversario, ma facendole con estrema determinazione, estrema voglia ed entusiasmo. Questo è quello che chiedo ai ragazzi, ci giochiamo il passaggio del turno. L’Inter? Squadra fisica, molto solida, molto forte. E noi dovremo combattere, secondo le nostre armi, però voglio entusiasmo nel fare le due fasi. I gol subiti di testa? Dzeko è forte, ha un valore altissimo. Se resta fuori è un vantaggio. Ma la statistica non ha peso”.

IL MERCATO E LA CRESCITA DEI GIOVANI
“E’ gratificante dal mio punto di vista, perché in questo periodo avendo una squadra con tanti giovani e delle potenzialità che sono state messe in mostra, c’è del lavoro da parte dei ragazzi. La filosofia del Club è quella giusta, portare avanti il risultato sportivo con la crescita dei giovani. E’ una logica conseguenza di tutto questo, tanti giovani ragazzi possono destabilizzare o creare una non serenità. Questo però fa parte del gioco, bisogna saperlo gestire e vivere. E noi dobbiamo accompagnarlo come Club e come staff. Nessuna richiesta ho fatto al Club, qui c’è una condivisione totale con il Club. Sono delle valutazioni che vanno fatte con il Club. Noi abbiamo una rosa molto ampia con tanti giovani, i dati lo dimostrano, siamo primi in questa classifica. E siamo di gran lunga fuori rispetto alle altre squadre di Serie B. So che i tifosi vogliono “anche” altro, ma qui c’è una condivisione totale, che tiene conto dell’apertura del mercato, è evidente, ma le valutazioni sono fatte con la conduzione tecnica del Club”.

GIGI BUFFON
“Gigi ha ripreso, è con noi. Sicuramente sarà di grande aiuto per tutti i ragazzi per affrontare questa partita, nella gestione del pre-gara e della gara stessa. Ha le capacità di farsi carico di questo ruolo”.

L’ATTACCO
“Siamo il quinto miglior attacco, siamo in linea con la classifica generale. A me fa rabbia perché in alcune partite abbiamo creato tante occasioni e i protagonisti sono stati tanti giocatori. Franco, proprio in virtù delle assenze di Bob e Charpentier, ci ha dato un certo equilibrio, le prestazioni sono state belle come quella a Venezia. Il ritorno di Bob consente di avere una soluzione in più”.